Milan, Giudice su RedBird e proprietà: “Topica clamorosa, bastava Google”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Anche Alessandro Giudice commenta l’articolo di Repubblica sulla proprietà del Milan e sul fondo Redbird

Giornalista esperto di temi finanziari in ambito sportivo, Alessandro Giudice (come l’avvocato Felice Raimondo) ha voluto dire la sua sul tema che coinvolge anche questa mattina il Milan e la sua proprietà Redbird.

“Topica clamorosa”

Tutto nasce dall’articolo di questa mattina di Repubblica, nel quale veniva evidenziato come a detenere la società rossonera sarebbe un fondo privato olandese e non quello americano di Gerry Cardinale. Tuttavia, il chiodo su cui battono entrambi gli esperti che finora si sono espressi è lo stesso: una semplice ricerca su Google. 

Infatti, Giudice scrive così sul suo account X

“La topica di Repubblica è clamorosa: scambia il veicolo di diritto olandese attraverso cui RedBird controlla il Milan per un ‘fondo privato non statunitense e in apparenza misterioso’. In realtà questo era chiaro da tempo, da documenti depositati e pubblicamente consultabili”.

Quindi, continua: “Bastava leggere tutto il documento (scaricato da Google) per verificare come la proprietà del veicolo olandese sia di RedBird Capital Partners Management LLC. Una pagina di giornalismo frettoloso“.

Ultime news

Notizie correlate