Milan-Genoa, tifosi ospiti lasciano il settore in anticipo: ecco perché

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Domenica di tensione nel capoluogo ligure, scontri e vendette portano alcuni tifosi del Genoa a lasciare San Siro prima della fine della sfida contro il Milan

Genoa e Sampdoria, una rivalità storica che qualche volta supera il limite. È successo anche nella giornata di ieri, quando i supporters delle due principali squadre liguri si sono scambiati reciproche vendette. Questa domenica entrambe le formazioni sono scese in campo. La Sampdoria ha battuto la Reggiana e si è regalata l’aritmetica qualificazione ai playoff, nel tentativo di ritornare subito in Serie A. Il Genoa, invece, è stato ospite del Milan a San Siro, da cui è uscito con un pari. Nonostante la distanza, però, la tensione è sfociata in episodi violenti.

L’accaduto

Come ricostruito da Il Secolo XIX, il tutto sarebbe nato dopo che alcuni tifosi rossoblu se la sarebbero presa con un tifoso blucerchiato di ritorno dallo stadio dopo la vittoria della sua squadra. Venuti a conoscenza dell’accaduto, alcuni tifosi della Samp si sono organizzati e si sono recati nello storico locale di ritrovo dei tifosi del Genoa, impegnati a vedere la loro squadra in tv. L’intervento delle forze dell’ordine ha impedito che la situazione degenerasse in maniera irreparabile, ma nello scontro due agenti sono rimasti feriti. Giunta la notizia dell’accaduto, alcuni ultras genoani hanno subito preparato una rappresaglia, lasciando addirittura in anticipo San Siro per poter rientrare in tempi brevi a Genova. Qui, i tifosi rossoblu si sono recati al punto di ritrovo dei blucerchiati, trovandolo chiuso e vuoto. Hanno allora deciso di entrare, devastando le stanze, rompendo oggetti e dando fuoco a una bandiera.

Ultime news

Notizie correlate