Milan-Genoa, Gilardino: “Soddisfatto. Abbiamo sofferto molto, merito loro”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il Milan recupera due volte lo svantaggio, ribalta il match, ma poi si fa riprendere dal Genoa: le parole di Alberto Gilardino

Il Milan non va oltre il pari nella 35ª giornata di Serie A contro il Genoa. Nella sfida casalinga partono subito bene gli ospiti e sfruttano la serata decisamente negativa di Tomori per passare in vantaggio. Un fallo del difensore inglese regala il penalty ai liguri, che Retegui trasforma con freddezza. Sul tramonto del primo tempo, però, il Milan trova il pari con il colpo di testa di Florenzi, primo gol della sua stagione in campionato. Ad inizio ripresa, però, lo stacco imponente di Ekuban riporta avanti i rossoblu. I rossoneri rimontano e ribaltano il match prima con Matteo Gabbia su corner e poi con Olivier Giroud, su pregevolissimo assist di Pulisic. Nel finale, però, l’autogol di Thiaw, con la palla che gli sbatte addosso dopo il tentativo di rinvio di Tomori, regala il pareggio agli uomini di Gilardino. Nel post partita di Milan-Genoa, l’allenatore rossoblu Alberto Gilardino ha analizzato la gara ai microfoni di DAZN.

Le parole di Gilardino

Sulla partita: “Sono molto soddisfatto e contento. interpretazione ottima dei ragazzi. L’avevamo preparata così e così è stata. Questa squadra ha un cuore grande e ha voglia di stupire. Questi sentimenti dobbiamo mantenerli e coltivarli, perchè siamo il Genoa e il nostro DNA è questo. Per venire qui a San Siro e fare questo tipo di partita contro questo Milan abbiamo bisogno di questo tipo di sentimenti”.

Più soddisfatto del gol del 3-3 o per la serenità con cui avete gestito i primi 60 minuti? “Siamo cresciuti partita dopo partita, abbiamo acquisito consapevolezza, maturità. Venire qua contro il Milan e avere questa interpretazione è da squadra esperta, che vuole mettere in difficoltà chiunque. Abbiamo sofferto tanto, è vero, ma bisogna dare anche i meriti a questo Milan per la grandi qualità che ha sia in mezzo al campo che in fase offensiva. Stasera sono felicissimo, chi ha giocato e chi è entrato ha dato tutto”.

Sul rinnovo: “Perchè ho voluto rimanere al Genoa? Per la voglia di crescere a livello personale e mettermi sempre in discussione. Vogliamo riconfermare quello di buono che abbiamo fatto quest’anno. Sarà molto difficile ma ci proveremo”.

Ultime news

Notizie correlate