Gilardino carica i suoi: “Il Genoa ha voglia di stupire il Milan”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Alberto Gilardino parla in conferenza stampa prima di Milan-Genoa: nelle sue dichiarazioni anche l’appello ai suoi protagonisti

Alla vigilia di Milan-Genoa, l’allenatore rossoblù si è esposto in conferenza stampa, oltre che sul suo futuro sempre più genovese, anche sugli uomini di Stefano Pioli: di seguito, alcuni passaggi dell’intervento davanti ai giornalisti di Alberto Gilardino.

Parla Gilardino

TRA GUDMUNDSSON E VITINHA – “Faremo delle valutazioni oggi. Abbiamo la rifinitura e poi partiremo per Milano, speriamo e ci auguriamo di recuperare Gudmundsson. Vitinha si è ritagliato uno spazio nell’ultimo impegno. Anche lui sta recuperando la forma migliore e vorrei dargli una certa continuità nel minutaggio. Dovrò fare valutazioni se non ci sarà Albert o se riuscirò a recuperarlo”.

IL MILAN – “Affrontiamo una squadra forte, di talento e molto ben allenata da Pioli. Ha una media punti simile a quando ha vinto il campionato. Sono forti sulle palle inattive. Sappiamo giocheremo in uno stadio prestigioso. Il Milan è una squadra che in ogni momento può mettere in difficoltà chiunque. Sappiamo che ambiente troveremo, ma dobbiamo cercare di limitare la loro bravura”.

LA CARICA AI SUOI – “Il futuro si chiama Milan perché è la partita di domani. Ho trasferito questo pensiero alla squadra. C’è voglia di stupire, di giocare in tutti i campi per giocarci le partite alla pari”.

Ultime news

Notizie correlate