“Se c’è in campo Turati…”: Curva Sud, coro sfottò sul portiere tifoso

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La Curva Sud saluta a suo modo Stefano Turati durante Milan-Frosinone: sfottò al portiere interista a fine partita

A San Siro, MilanFrosinone sta per finire (sul risultato di 3-1) e dalla Curva Sud Milano parte un coro che non si è mai sentito: “Se c’è in campo Turati è gol“. Il bersaglio è chiaramente il portiere del Frosinone, Stefano Turati, dichiarato super-tifoso dell’Inter. Andiamo nel dettaglio.

Turati in Milan-Frosinone

“Non ci penso, sto vivendo la partita come tutte le altre. Cercherò di dare il meglio di me”. Ha parlato così ai microfoni di DAZN prima di Milan-Frosinone 3-1 il portiere ospite Stefano Turati. Incalzato dal giornalista vista la sua dichiarata fede interista, il portiere del Frosinone ha glissato per poi scendere in campo a difendere i pali dei suoi. Per il classe 2001 in prestito dal Sassuolo, la partita non è andata benissimo: 3 gol subiti e un clean sheet che manca da 11 partite. Verso la fine del match, quando il risultato era ormai acquisito, la Curva Sud Milano ci ha tenuto a salutare a suo modo Turati, avversario doppio vista la fede calcistica. Dal secondo anello blu, senza offesa ma in puro stile sfottò, è partito per due volte consecutive il coro “Se c’è in campo Turati è gol“.

“IN POCHI O IN TANTI NON IMPORTERÀ, LA CURVA SUD…”: NUOVO CORO IN LECCE-MILAN

E Turati in Inter-Frosinone

Nella partita giocata a San Siro poche settimane fa questa volta contro l’Inter, l’altra squadra di Milano e la squadra del suo cuore, Stefano Turati aveva ricevuto l’omaggio dei tifosi nerazzurri. Durante la partita, dal secondo anello verde è partito diverse volte il coro “Turati uno di noi“, con il portiere milanese che ha ricambiato con un gesto di ringraziamento verso la Curva Nord. Diverso tempo fa, in un’intervista, aveva dichiarato: “Il mio sogno è diventarne capitano, sono malato per l’Inter“.

GREEN DAY IN CONCERTO, I FANS SI SONO SCHIERATI: L’INTER ESULTA, MA IL VAR…

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate