Milan-Frosinone, arbitra Marchetti: unico precedente da incubo

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Oggi sono state ufficializzate le designazioni arbitrali per la prossima giornata di Serie A: Milan-Frosinone toccherà a Matteo Marchetti

Dopo la batosta subita ieri sera in Champions League, è già arrivato il momento per i rossoneri di voltare pagina. La reazione dovrà arrivare già questo sabato in Milan-Frosinone, match valevole per la 14^esima giornata di Serie A in programma alle ore 20:45 a San Siro. Obbligatorio per i padroni di casa trovare i 3 punti e provare a rialzare la testa in un momento molto complicato. Ma chi arbitrerà Milan-Frosinone?

La designazione per Milan-Frosinone

Per quanto riguarda la direzione del match, l’ufficialità è arrivata quest’oggi: ad arbitrare l’incontro toccherà a Matteo Marchetti insieme agli assistenti Vivenzi e Fontemurato e al quarto uomo Fourneau. In cabina Var sarà presente Paterna coadiuvato da Pairetto. Per il fischietto di Ostia Lido uno solo il precedente con il Diavolo, purtroppo per nulla positivo: stiamo parlando di Milan-Udinese del 25 febbraio 2022, in cui al 66′ ha convalidato un gol di mano di Udogie.

DI STEFANO: “PIOLI A MILANELLO, IL RACCONTO DELLE ULTIME ORE DEL MILAN”

Le polemiche dopo l’ultimo incrocio coi rossoneri

Quell’episodio creò parecchie polemiche e scatenò anche la rabbia di Stefano Pioli, che nel post-partite disse a DAZN: “Non è dubbio, è fallo di mano evidente. Il giocatore dell’Udinese fa gol di mano. Che non l’abbia visto il VAR è difficile, è un errore grave che ha deciso il risultato finale. Che non abbiamo fatto una prestazione eccezionale è altrettanto vero ma questo era un gol da annullare, così come c’era il vantaggio su Messias non dato nel primo tempo. E continuerò a ripetere che non si possono giocare 45 minuti di gioco effettivo. La responsabilità è di chi dirige la gara. Pensiamo a fare meglio perché ne abbiamo la possibilità, questo è sicuro. Ditemi quando avete visto i miei giocatori così nervosi, sono stati sempre molto corretti e molto sportivi, anche oggi, ma erano nervosi perché hanno visto situazioni in campo che non erano piacevoli”.

Ancora sul gol di Udogie: “Ha fatto gol di mano. E ripeto, il VAR c’è per evitare questi errori. Non va bene, dopo poi chiaramente noi pensiamo a migliorare ma siamo stati penalizzati più di una volta. Non mi allineo a nessuno, dico le cose per noi e non è la prima volta che ci succede un episodio così chiaro e così netto perché il gol è segnato con la mano”.

“CONFRONTO PIOLI-FURLANI. E CARDINALE NON PARTE”: MILAN, CHE SUCCEDE?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate