Milan, Fonseca e le prime regole per i difensori: “Questo è troppo importante”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Fonseca dispensa i primi consigli ai difensori del Milan sulle marcature: il corretto utilizzo delle braccia e la vicinanza all’avversario

Questa settimana è iniziata ufficialmente l’avventura di Paulo Fonseca sulla panchina del Milan: prima la conferenza accanto a Zlatan Ibrahimovic e poi via al primo allenamento della stagione. L’ex allenatore del Lille si è detto determinato ed ambizioso e si è presentato dicendo di voler mettere in pratica un gioco offensivo, con pressione alta e volto a dare spettacolo. Il tasto dolente della passata stagione con Pioli è stata la fase difensiva e Fonseca in questi giorni a Milanello ci sta subito mettendo mano. Il portoghese ha dichiarato in conferenza che vorrà vedere una squadra equilibrata e con l’ausilio di Samuel Chukwueze ha spiegato ai difensori come dovranno interpretare la marcatura e l’1 vs 1.

I principi difensivi di Fonseca

Fonseca aspetta ancora i rinforzi dal mercato e il rientro dei nazionali, intanto a Milanello ha già iniziato dispensare consigli ai suoi difensori per contrastare gli attaccanti. Queste le prime indicazioni raccolte da un video dell’allenamento odierno.

“Dovete aspettare il momento giusto, Gabbia ha fatto bene. Quand’è il momento giusto? Vai, vai, vai (dice a Chukwueze). In questo momento dobbiamo fare una cosa troppo troppo importante: usare le braccia. Devo essere vicino all’avversario e usare le braccia (nel video indica il movimento corretto delle braccia)”.

Ultime news

Notizie correlate