Milan – Fiorentina, Pioli: “Camarda? Il talento non ha età! Ibra se tornasse…”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Stefano Pioli in conferenza stampa ha presentato Milan – Fiorentina parlando dell’esordio tra i convocati di Camarda e del momento delicato dei rossoneri

Nella giornata di vigilia di Milan – Fiorentina, Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di San Siro. L’allenatore rossonero ha parlato dello stato di forma del Milan, di Francesco Camarda convocato per la prima volta in prima squadra e dei problemi relativi agli infortunati. Qui tutte le dichiarazioni di Pioli in conferenza stampa.

MILAN – FIORENTINA, BRAMBATI: “DARE TEMPO A PIOLI. SU MATERAZZI…”

Pioli, come sta il Milan prima della sfida con la Fiorentina?

“Mai come ora le parole servono a poco, servono i fatti e dobbiamo dimostrarlo domani. Dobbiamo dimostrare con i fatti che abbiamo capito gli errori che abbiamo fatto”.

In che categoria mettiamo Francesco Camarda?

“Il talento non ha età. Lui ne ha tanto. Il destino ti crea a volte certe occasioni. Dobbiamo aiutarlo. E’ giovane, ma caratterialmente già mturo. E’ felice di essere con noi ed è pronto a darci una mano se servirà”.

Come ha vissuto personalmente la sosta?

“Io lavoro, devo restare concentrato su quello che stiamo facendo. Lavoriamo per crescere, non per cercare un colpevole, ma per migliorare. Da ieri abbiamo preparato la Fiorentina. So benissimo cosa rappresenta il mio ruolo: tanti onori e tante critiche. Vado avanti con le mie idee, il mio club e la mia squadra”.

TRA INFORTUNI E GIOVANISSIMI: LA PROBABILE DI MILAN – FIORENTINA

Ci sono rimpianti sulle scelte di inizio stagione se ci si ritrova a chiamare un ragazzino di 15 anni?

“I rimpianti sono di chi non prova a fare. Il club mi ha messo una disposizione una rosa competitiva, ora siamo in emergenza a causa degli infortuni e delle squalifiche. Sono sicuro che i numeri sugli infortuni miglioreranno in futuro”.

Vi sentite in lotta per lo Scudetto?

“Mancando 26 partite tante squadre si possono sentire in lotta per lo Scudetto, ma non è deve essere questo il nostro pensiero: il nostro pensiero deve essere la Fiorentina. Poi l’obiettivo lo vedremo strada facendo. Il nostro obiettivo attuale è tornare a vincere”.

Che idea si è fatto della Fiorentina?

“Con Italiano gioca un calcio offensivo, propone tanti giocatori in avanti che magari concede qualcosa di più dietro, ma è sempre difficile affrontarla. E’ ancora presto per dire scontro Champions”.

MILAN – FIORENTINA, VISCIDI SU CAMARDA: “L’ESPERIENZA SI FA GIOCANDO”

Si potevano evitare i problemi degli infortuni? Qual è l’elenco degli infortunati?

“L’unico cruccio che ho è che non siamo riusciti in questi anni ad abbassare il numero degli infortuni. Quando qualcuno si fa male a Milanello soffriamo. Ogni anno abbiamo provato a cambiare qualcosa per migliorare le cose. Ogni giocatore ha la sua storia, qualcuno si è fatto male perché ha giocato tanto, altri perché hanno giocato poco. Non stanno capitando solo a noi, ma i nostri numeri sono negativi. Stiamo cercando di migliorare le cose per cercare il numero degli infortuni. Domani recuperiamo Calabria, Pulisic e Loftus-Cheek”.

Non senti il bisogno di chiamare il c.t. della Svizzera per dire che è da incoscienti far giocare 3 partite in 6 giorni?

“Non li ho mai chiamati perché ho grande rispetto del loro lavoro. Credo che i calendari non siano corretti: è un problema che va affrontano con grande senso di responsabilità da parte di tutti. Andrebbe diluito e meno compresso: farebbe bene a giocatori e allo spettacolo”.

Bennacer come sta?

“Sta bene, non ha avuto intoppi e sta bruciando le tappe. Farà un’altra settimana con noi e poi magari tornerà a disposizione”.

BIANCHIN: “MILAN-FIORENTINA, JOVIC BOCCIATO! ATTESA LOFTUS, KJAER…”

Pioli, vi siete sentite con Ibrahimovic durante la sosta?

“No, so che era a Las Vegas e so che sta parlando con la società e la proprietà. Se Cardinale ha visto qualcosa di eccezionale in lui non si è sbagliato. Ibra, se dovesse tornare, sarà una risorsa importante”.

Maldini ha detto che aveva provato a prendere Messi, ne aveva parlato con lei?

“No, non sapevo nulla”.

Manca una figura nel Milan che sappia accelerare e rallentare le partite?

“Ne ho parlato con i giocatori. Noi abbiamo sempre avuto un leader, cioè il nostro modo di giocare e il nostro spirito. Dobbiamo continuare a seguirlo”.

MILAN-FIORENTINA, ARBITRA DI BELLO: TREND DA RIBALTARE PER I ROSSONERI

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

Ultime news

Notizie correlate