Milan femminile: una sconfitta che brucia e un passato che sorride