Milan, F. Galli: “De Zerbi, ho sentito il milanismo. Lui un formatore”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Filippo Galli ha parlato del futuro tecnico del Milan, tornando sul nome di Roberto De Zerbi e sul suo accostamento ai rossoneri

Durante la presentazione del suo nuovo libro “Il mio calcio eretico”, l’ex Milan Filippo Galli si è espresso in questi termini riguardo Roberto De Zerbi, uno dei nomi accostati ai rossoneri come successore di Stefano Pioli.

Le parole di Galli

“Io sono stato con De Zerbi proprio nei giorni in cui è avvenuta la sua decisione di lasciare il Brighton, di abbassarsi la clausola e di lasciare i due anni di contratto che aveva. Ovviamente non è stato un fulmine a ciel sereno, c’era dietro tanto. Io vedo l’allenamento il venerdì e lui il sabato mattina decide di rompere definitivamente col club. Parlandoci nel suo ufficio dopo la decisione ho sentito del milanismo dentro di lui, però pare non accada quello che a me sarebbe piaciuto potesse accadere. Dopo di che sappiamo che De Zerbi non è un allenatore che va bene per tutti, perchè si dice che prende troppi gol…a me è sempre piaciuto, è un formatore, un allenatore che sa migliorare i giocatori, che ha un’identità di calcio ben precisa e sa mettere i suoi ragazzi nelle condizioni di apprendere”.

Ultime news

Notizie correlate