Il Milan in Europa League può affrontare subito la Roma? Il regolamento

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan scende in Europa League, affronterà lo spareggio… ma non contro la Roma di Mourinho: ecco come funziona il regolamento della competizione

Il regolamento dell’Europa League è chiaro: il Milan dovrà affrontare i sedicesimi di finale come primo appuntamento ufficiale nella competizione. Come funziona lo “spareggio”? Quali sono le squadre che può incontrare il Milan in Europa League e perché non affronterà (almeno per un po’) Roma e Atalanta? Quante volte ha vinto la competizione chi è sceso dalla Champions League? Proviamo a rispondere nel dettaglio.

Cosa (e chi) dovrà affrontare il Milan in Europa League: perché no Roma e Atalanta?

Nella seconda (per importanza) coppa europea organizzata dalla UEFA, chi vince il girone (sono 8) si guadagna l’accesso di diritto agli ottavi di finale della manifestazione. Per decretare le 8 squadre che raggiungeranno le vincitrici dei gironi, il regolamento prevede un sedicesimo di finale, chiamato comunemente “spareggio”, tra le squadre classificate come seconde nel girone di EL e le 8 squadre retrocesse dalla Champions League, quelle quindi classificate come terze nel girone della Coppa dalle grandi orecchie. Per guadagnarsi l’accesso agli ottavi di finale di Europa League, quindi, il Milan dovrà giocare lo “spareggio”.

La testa va quindi al sorteggio, che avverrà a Nyon lunedì 18 dicembre all’ora di pranzo. Per le classiche palline UEFA valgono i seguenti criteri che impediranno gli scontri tra Milan, Atalanta e Roma almeno fino ai quarti di finale di Europa League:

MILAN, PARLA MONCADA: “PECCATO, MA C’E’ L’EUROPA LEAGUE! CHUKWUEZE E JOVIC…”

  • Non si possono affrontare tra di loro le squadre che provengono dalla Champions League
  • Non si possono affrontare tra di loro squadre provenienti dalla stessa Federazione (il criterio di territorialità sarà valido anche agli ottavi di finale, solo dai quarti finali squadre dello stesso Paese si potranno incontrare)

Il Milan non potrà quindi incontrare la Roma allo spareggio (sedicesimi di finale) di Europa League. Le squadre che i rossoneri possono incrociare sono quindi le seguenti: una tra West Ham/Friburgo, una tra Olympique Marsiglia/Brighton, una tra Betis Siviglia/Rangers Glasgow/Sparta Praga, Sporting Lisbona, Tolosa, Rennes e Qarabag.

Vince sempre chi scende?

Ma quante volte la squadra retrocessa dalla Champions League, come il Milan in questo caso, ha vinto l’Europa League? La cifra è tonda: nelle 24 edizioni di Coppa UEFA/Europa League, da quando esiste quindi la formula col ripescaggio Champions, 8 squadre arrivate dalla UCL hanno alzato il secondo trofeo più importante d’Europa. E’ successo al Galatasaray di Terim nel 99/00, al CSKA Moska nel 04/05, allo Shaktar Donetks nel 08/09, all’Atletico Madrid di Aguero e Forlan nel 09/10, al Chelsea di Benitez nel 12/13, al Siviglia nel 15/16, ancora all’Atletico Madrid nel 17/18 e nella scorsa stagione ancora al Siviglia nella rocambolesca finale contro la Roma.

MILAN, QUANTO VALE L’EUROPA LEAGUE? LE PERDITE RISPETTO AL 2022/2023

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate