Milan, quanto vale l’Europa League? Le perdite rispetto al 22/23

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

La retrocessione in Europa League comporterà delle perdite economiche per il Milan rispetto alla scorsa stagione. Ma di che cifre si parla?

Per il Milan, il verdetto dopo la serata di Newcastle ha detto Europa League. Nonostante un primo tempo sofferto e una prestazione lontana da quelle dei giorni migliori, i rossoneri sono comunque riusciti ad ottenere un successo sul campo dei magpies. Una vittoria che alimenta le speranze della Serie A di avere un club in più nella prossima edizione della Champions League, ma che non è servita al Diavolo per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale. Rispetto alla passata stagione però, quanto perde economicamente il Milan dopo la retrocessione in Europa League ?

NEWCASTLE-MILAN, LE PAGELLE SUI GIORNALI: MAIGNAN AVENGER, PIOLI VOLA

Milan, i ricavi con l’Europa League

La squadra di Stefano Pioli proverà ora dunque a dare l’assalto a un trofeo mai conquistato nella storia. Come riportato da Calcio e Finanza, l’uscita dalla massima competizione per club peserà inevitabilmente sui conti 2023/24, perché considerando i soli ottavi di finale, mancheranno all’appello sicuramente 9,6 milioni di euro di premi UEFA. L’accesso ai playoff di Europa League vale infatti appena 500mila euro, cifra che rende bene l’idea della sproporzione economica tra le due competizioni. Una differenza ci sarà inevitabilmente anche a livello di botteghino, perché è facile immaginare che il playoff di Europa League per accedere agli ottavi non farà registrare gli incassi di una partita di Champions League: contro il Tottenham si superarono i 9,1 milioni nel 2022/23.

ESCLUSIVA, PELLEGATTI DA NEWCASTLE: “IL TERZO TEMPO DI BERGAMO E LA REAZIONE DI FURLANI”

Niente Mondiale per Club

La qualificazione agli ottavi di Champions avrebbe alzato notevolmente per i rossoneri anche le probabilità di conquistare la partecipazione al nuovo Mondiale per Club a 32 squadre. Per essere presenti negli USA nel 2025, sarebbe stato sufficiente vincere una delle due gare degli ottavi di finale. Le cifre della manifestazione non sono ancora note, e impatteranno sui bilanci tra il 2024 e il 2025, ma secondo le indiscrezioni il torneo varrà almeno 2 miliardi di euro. Questo dovrebbe garantire ai club partecipanti un minimo di 50 milioni di euro, quasi come una seconda Champions League.

Sommando dunque le cifre considerate, e lasciando da parte la questione del botteghino, aver fallito l’accesso alla fase a eliminazione diretta di Champions League può valere un minimo di quasi 60 milioni di euro di mancati ricavi per il Milan tra questa stagione e la prossima. Il tutto senza considerare l’ipotesi di proseguire oltre il primo turno ad eliminazione diretta nella massima competizione europea per club. Un insuccesso sportivo che non potrà essere compensato dall’Europa League, dal momento in cui anche vincendo la manifestazione, i premi massimi potrebbero toccare quota 19 milioni di euro, cifra a cui aggiungere poi gli incassi per le partite al Meazza.

“MILAN, CONTE VERREBBE AL 100%”: LA RIVELAZIONE DI CRISCITIELLO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate