Milan-Empoli 1-0, Pazzini difende le critiche: “Lo richiede il blasone”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Giampaolo Pazzini commenta il momento del Milan e le relative critiche dopo la vittoria ottenuta contro l’Empoli: il suo giudizio a DAZN

Dopo l’1-0 decisivo con l’Empoli per il sorpasso sulla Juventus (che ha poi pareggiato 2-2 con l’Atalanta), il Milan prosegue la sua buona striscia di vittorie, ma non pone sicuramente la parola fine alle critiche che fin qui continua a ricevere dai suoi tifosi. Stefano Pioli, oggi apparso fiducioso e voglioso di tenersi stretta la panchina, è sempre nell’occhio del ciclone. A fine gara, nello studio di DAZN è intervenuto per discuterne Giampaolo Pazzini.

Questo il pensiero dell’ex:

“Le critiche a volte sono sicuramente state eccessive, però è proprio il blasone di questa società. La storia che ha avuto in Champions, fino a poco fa era la squadra più titolata al mondo… È normale che ci sia sempre un’ambizione ogni anno di vederla ai massimi vertici in Italia e in Europa. Ma comunque il calcio è cambiato, le società sono cambiate, i giocatori sono cambiati e il Milan dopo qualche anno di assestamento adesso si è riportato a essere una squadra importante”.

Ultime news

Notizie correlate