Milan, dura smentita del fondo Elliott: “Accuse false”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

A seguito dell’accusa sul reale proprietario del Milan, il fondo Elliott ha voluto smentire con forza questa accusa

Il fondo Elliott prende posizione con una forte smentita riguardo il suo coinvolgimento come azionista del Milan. Oggi, infatti, la Guardia di Finanza ha perquisito Casa Milan nel corso dell’indagine aperta dalla procura milanese in merito al passaggio della società di via Aldo Rossi al fondo RedBird. Secondo i magistrati, il fondo di Paul Singer avrebbe ancora il controllo sostanziale sul Milan.

“Elliott non ha più alcuna partecipazione azionaria o di controllo”

Ansa ha riportato le dichirarzioni del portavoce del fondo Elliott riguardo il passaggio di proprietà del club rossonero: Prendiamo atto di notizie di questa sera che riportano su indagini che riguardano l’attuale e l’ex amministratore delegato del Milan in relazione all’accusa secondo cui il club ‘appartiene ancora a Elliott, e che questo è stato nascosto alla Federcalcio’. Questa accusa è falsa. Il Milan è stato venduto a RedBird il 31 agosto 2022. A partire da quella data, Elliott non ha più alcuna partecipazione azionaria o controllo su AC Milan.

Ultime news

Notizie correlate