“Effetto ottico, non diciamo bugie”: Milan, due giudizi tranchant

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Due analisi non particolarmente ottimiste sul Milan che verrà: dall’emergenza infortuni alla corsa Scudetto

Due vittorie consecutive per ritrovare continuità e fiducia: dopo la Fiorentina il Milan batte anche il Frosinone e conquista il secondo successo in una settimana. Nonostante la sconfitta in Champions League contro il Borussia Dortmund, infatti, i rossoneri riescono a restare in scia per la lotta per la conquista del campionato. L’analisi è ampia a “Tutti Convocati” su Radio 24: ne parlano i due giornalisti Sandro Sabatini e Carlo Genta.

CONDÒ: “PULISIC, AVEVO GIÀ ESULTATO! CAPOLINEA PIOLI, MA MERITA…”

Tra emergenza ed Europa

Parte il primo, che commenta il successo di ieri allargando il discorso all’Europa e alla lunga e grande emergenza infortuni che sta colpendo Milanello. Di seguito, le sue dichiarazioni.

La drammaticità della situazione del Milan – esordisce Sabatini – non è tanto nel percorso europeo, perché gli è toccato il girone più difficile. Non dico che andasse messo in conto, però è un gruppo complicatissimo. La drammaticità del Milan è l’emergenza infortuni, quello è il vero nodo che non si riesce a sciogliere. Ma soprattutto, il vero tema è che nessuno è riuscito a spiegare. Alimentando con questo anche l’ipotesi in qualche modo suggerita dal Milan stesso, che dipenda solo da Pioli e dal suo staff. Può comunque essere che non sia così”.

MILAN-FROSINONE, LE PAGELLE DEI QUOTIDIANI: MAIGNAN IL MIGLIORE, MA C’È UN’INSUFFICIENZA

“Altro che fine crisi”

È da considerarsi fuori dalla crisi, dopo la vittoria di ieri? Sabatini, qui è diretto e sintetico:

“Secondo me no”.

Dello stesso parere Genta, il quale però si concentra maggiormente sulla rivalità sportiva con Inter e Juventus per il titolo di Campione d’Italia. Ne parla così:

“Ha vinto una partita, dai. Ha vinto una partita contro il Frosinone che è andato lì senza particolari pressioni, provando a giocare il suo calcio, ha avuto una palla che avrebbe potuto cambiare il senso di questa partita e magari della stagione del Milan. Subito dopo ha preso il primo gol in stagione di Jovic e poi ha preso gol su un rilancio di Maignan, che in Italia capita raramente di vedere. Quindi il Milan non è fuori dalla crisi e io non lo considero neanche in corsa per lo Scudetto, al di là dell’effetto ottico della classifica, altrimenti finiamo per raccontarci qualche bugia”.

PADOVAN È SICURO: “NAPOLI E MILAN RIAPRIRANNO LA CORSA SCUDETTO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate