Milan sfortunato, Serena: “Contro Dortmund e legge di Murphy”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Aldo Serena sul tracollo del Milan contro il Dortmund: tra sfortuna e atteggiamento sbagliato, il ritorno di Ibrahimovic potrebbe servire?

Altra sconfitta pesante in casa Milan. I rossoneri perdono a Dortmund e dicono virtualmente addio alla Champions, mentre il sogno Scudetto rimane comunque piuttosto lontano. Sul momento del Milan è intervenuto Aldo Serena, ex attaccante rossonero, in un intervista al Corriere della Sera. La situazione è critica e l’ambiente in stato di evidente depressione, è il momento di correre alla ricerca delle soluzioni.

MILAN-DORTMUND, LE PAGELLE SUI GIORNALI: MAZZATA GIROUD, GRAZIATI IN 3

Milan, col Dortmund anche un po’ di sfortuna

Parlare di sfortuna del Milan in questo momento non deve apparire come una scusante, né per Pioli né per la squadra. L’atteggiamento del gruppo, anche in una partita così importante e decisiva come quella contro il Dortmund, non è stato quello giusto. Oltre a questo, però, è mancata anche la buona sorte sin dai primissimi minuti. Serena: “Dopo la bella prestazione con il Psg mi aspettavo un atteggiamento grintoso e convinto. Invece il tondo è stato fragoroso contro una squadra abbordabile come il Borussia. Certo, dopo aver visto l’errore dal dischetto di Giroud e la prestazione sorprendente in negativo di Maignan ho pensato alla legge di Murphy”. Anche nei minuti finali, tra il palo di Jovic e le tante occasioni cestinate, l’impressione era che la palla non sarebbe entrata nemmeno se la partita fosse durata ancora un’ora.

MILAN- BORUSSIA DORTMUND 1-3, LE PAGELLE: DOCCIA FREDDA A SAN SIRO

Che fare ora?

A livello di risultati, la risposta è una sola: vincere. Nello specifico: battere il Newcastle sperando in un miracolo nell’altra partita del girone, avviare un filotto di vittorie in campionato per riportarsi il più vicino possibile alla vetta. Tutto questo, però, è possibile solo con un atteggiamento diverso e in un’atmosfera più positiva. In questo senso, forse, servirebbe qualcuno in grado di dare l’impulso giusto a uno spogliatoio troppo sonnolento. Serena: “Se il Milan decidesse di ripartire con un progetto nuovo e Zlatan avesse un incarico contestualizzato sarebbe positivo. Diversamente, il suo ritorno si presterebbe a interpretazioni che darebbero adito a situazioni ambigue”. Tradotto: il Milan deve archiviare Dortmund e cercare di ripartire, la presenza di Ibrahimovic potrebbe aiutare in tal senso, ma il suo ruolo deve essere chiaro a tutti, tifosi in primis.

ESCLUSIVA, GALLI: “MILAN, COPERTA TROPPO CORTA! COL DORTMUND SONO MANCATI…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate