Milan-Dortmund, Pioli: “Sinner, faremo come lui! Assenze? No, paghiamo un’altra cosa”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto nella conferenza stampa prepartita, Stefano Pioli ha risposto alle domande dei giornalisti su Milan-Borussia Dortmund e non solo

Manca sempre meno a Milan-Borussia Dortmund, match decisivo per entrambe le squadre in vista della qualificazione agli ottavi di finale. Intervenuto nella conferenza stampa prepartita, Stefano Pioli ha risposto alle domande dei giornalisti su Milan-Borussia Dortmund e non solo.

PERCHÉ MILAN-BORUSSIA DORTMUND VALE 100 MILIONI DI EURO?

Pioli nella conferenza prima di Milan-Dortmund

Sui dettagli della Champions: “Giochiamo una partita importante, si può usare il termine ‘da svolta’ per il girone. Loro sono una squadra forte, che però può subire difficoltà, quindi dobbiamo giocare con tutto quello che possiamo fare per 95 minuti”.

Su Sinner e il suo esempio: “Non solo la sua grinta: ma il talento, la qualità, la mentalità, il voler vincere ogni singolo punto di Jannik. Se sarà allo stadio saremo felici. Gli faccio tanti complimenti, a lui, all’Italia e al capitano Volandri”.

Sull’atmosfera di San Siro: “Dico solo una cosa: noi conoscevamo il Muro Giallo, ma loro non conoscono il San Siro della Champions. Noi sì. Sono sicuro che ci aiuteranno anche domani sera i tifosi”.

Sulla gara del Psg come ispirazione: “È quella il riferimento. Siamo andati sotto, ma siamo rimasti squadra fino alla fine. Deve essere quello l’atteggiamento mentale, poi la partita sarà diversa perché il Dortmund è diverso dal Psg”.

Su Chukwueze: “Sono rimasto contento della sua prestazione di sabato. Ha lavorato tantissimo per la squadra, si è fatto trovare nelle posizioni giuste. Ha avuto un inizio difficile anche per un infortunio. Ora secondo me sta bene. Forse un po’ più dentro nel campo entra più nel vivo del gioco, ma dipende da come giocheremo e dalle combinazioni con Calabria”.

Sul perché è la partita della svolta: “L’obiettivo è chiaro: essere competitivi in campionato e in Champions. Andare avanti in Champions è molto importante”.

Su come ha visto la squadra: “La squadra sa l’importanza della partita di domani, ma anche con la serenità che ci contraddistingue”.

Su Loftus-Cheek: “Era programmato che Ruben giocasse uno spezzone sabato. Non era al 100% prima del Psg, quindi…”.

Su come sta Theo Hernandez: “Succede a tutti di essere criticati quando non si vince da tante partite. Lui ha le qualità per far sempre delle grandi partite. Rispetto alla posizione in campo: i nostri giocatori sono molto bravi a occupare le posizioni giuste. Theo è andato in mezzo al campo a prendersi il rigore e a servire un grande assist per Jovic”.

Su cosa vuole vedere domani: “Voglio vedere la squadra mettere in campo tutto quello che ha, sono sicuro che non mi deluderanno i miei giocatori”.

Con la Fiorentina si pensava solo ai tre punti? “Noi giochiamo sempre per vincere. Poi ci sono momenti e momenti del campionato e sabato era il momento di affrontare la partita in quel modo. Contro il Psg non siamo andati nel secondo tempo a prenderli nella loro area… Anche se non è lo stare alti o bassi che cambia, ma l’attenzione. Non abbiamo preso gol a Lecce per sfortuna o per essere alti o bassi, ma per disattenzione”.

Su cosa dev’esserci domani nei giocatori rossoneri: “Energia e voglia di superare un ostacolo difficile. Quelle sensazioni che conosciamo, che ci appartengono, che i tifosi ci hanno fatto vivere”.

MILAN-DORTMUND, PANCHINA CORTA: CON PIOLI ANCHE DUE PRIMAVERA

Le parole del tecnico a Sky Sport 24

Su Sinner e le similitudini sul gruppo della Coppa Davis con il Milan: “Saremo felici se Jannik fosse presente domani sera alla partita e fargli i complimenti di persona. Il gruppo della nazionale di tennis fosse buono si percepiva, complimenti a loro e allo staff. Quando riesci a creare questa empatia con tutti i partecipanti sei anche disposto a superare le difficoltà e superare i tuoi limiti. Una situazione su cui anche noi abbiamo lavorato tanto: trovare soluzioni e non trovare il colpevole. Domani servirà una prestazione di squadra e di spirito”

Partita che cambia la stagione? “Tutte le partite possono cambiare la stagione. Il nostro obiettivo lo sappiamo. Chiaro che domani è un passaggio importante e quasi decisivo. Lo affronteremo con la giusta mentalità”

Sul gruppo compatto e su Giroud: “Soprattutto nelle difficoltà siamo stati sempre compatti. Ho dato sempre importanza a come si comportano i gruppi. Apprezzo molto il comportamento del mio giocatore e del mio club dove si sente che crediamo in ciò che facciamo. Giroud è una parte strutturale di questo gruppo: grande giocatore e persona, aiuta sempre gli altri. Grande professionista”

Serve un Milan manifesto? “Con il PSG abbiamo fatto una partita di alto livello tecnico e mentale. Abbiamo avuto fiducia, voglia di soffrire: tutte caratteristiche che potranno servire anche domani”

Su Camarda e il post esordio: “Mi è piaciuto molto come i compagni lo hanno accompagnato nella sua prima esperienza. Un segnale di fiducia, compattezza e solidarietà. Lui sta facendo quello che mi aspettavo, non ha cambiato nulla rispetto a quello che faceva qualche giorno fa. Noi dovremo essere bravi a farlo rimanere dentro questi atteggiamenti. Dovrà fare i suoi errori, dovrà crescere ma dovrà rimanere quello che è”

Sulle assenze che influiscono: “Certo ma vale per tutte le squadre. Una squadra del nostro livello può sopperire e mantenere alto il livello della formazione iniziale e dei cambi. Chiaro che se arrivi a 5 o 6 assenze questo influisce. Noi abbiamo pagato però soprattutto nei secondi tempi il nostro atteggiamento mentale, al di là di assenze e infortuni”.

QUI BORUSSIA DORTMUND: 2 RECUPERI E 2 FORFAIT IN VISTA DEL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

Ultime news

Notizie correlate