Milan-Dortmund, gli esperti in coro: “A mancare è la qualità”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Milan-Dortmund ancora nel segno dei pochi gol segnati: per Costacurta, Capello e Di Canio a mancare è principalmente la qualità

Milan-Dortmund ha evidenziato ancora una volta una delle problematiche principali della prima parte di stagione dei rossoneri. Le azioni vengono create, l’area avversaria si riempie spesso, ma i gol arrivano raramente o comunque in quantitativo troppo basso rispetto a quanto necessario. Nella partita di ieri sera, soprattutto dopo il gol del pareggio di Chukwueze, i rossoneri si sono più di una volta trovati in buona posizione per trovare il vantaggio. La poca lucidità sotto porta ha inciso negativamente, come spesso succede.

ESCLUSIVA, F.GALLI: “MILAN, COPERTA TROPPO CORTA! COL DORTMUND SONO MANCATI…”

Milan-Dortmund, troppa poca qualità

Capello, Costacurta, Di Canio. Non è un tridente improponibile ma il trio di commentatori post Milan-Dortmund di ieri sera. Tra i vari temi da trattare, gli esperti si sono concentrati anche sul problema del gol: se guardiamo la classifica del girone del Diavolo, è soprattutto quel -4 in differenza reti a porre una pietra tombale sul discorso qualificazione. Costacurta: “Se escludiamo gli infortuni, siamo sempre qui a parlare di occasioni create: il Milan ha fatto quattro gol e ne ha subiti sette. Sento sempre parlare di qualità: purtroppo la qualità è anche saper fare gol”. Di Canio: con il Psg grande partita, ma alla fine l’hai vinta grazie a un cross per Giroud, che nell’uno contro uno sale sull’avversario e segna il 2-1. Oggi hai giocato a piedi invertiti, solo rientri, quindi per questo Giroud è stato anche penalizzato. Lui ha bisogno di cross tagliati che vengono verso il campo, lì diventa devastante. Alcuni elementi poi non sono freschi: abbiamo visto quindici volte cinque giocatori del Milan entrare in area di rigore senza riuscire a incidere. La squadra ci ha provato per via dell’atmosfera di San Siro, però manca la qualità decisiva. Capello: “Perché si segna poco? La velocità delle giocate che devi avere in Champions è maggiore di quella in campionato. Per cui in Champions League non riesci a essere all’altezza, tutto è molto più veloce. Crei le occasioni ma non riesci a sfruttarle”. Qualità, freddezza sotto porta, problemi di natura tattica: questi gli ingredienti della sterilità sotto porta del Milan, dimostrata anche col Dortmund.

MILAN-DORTMUND, LE PAGELLE SUI GIORNALI: MAZZATA GIROUD, GRAZIATI IN 3

Colpa del mercato?

Dopo la sconfitta in Milan-Dortmund, oltre a Pioli e squadra, sul banco degli imputati è finito anche il mercato estivo. Per molti, la coppia Furlani-Moncada ha speso troppo a fronte dei pochi risultati ottenuti finora. Condò: “Di chi stiamo parlando? Giroud, Leao, Theo Hernandez. Tutti giocatori che c’erano anche prima. Sono stati spesi 120 milioni, oggi Chukwueze ha finalmente dato una risposta ma siamo ormai a dicembre”. Con il gol di Chukwueze, l’ultimo attaccante acquistato dal Milan in estate a non aver ancora gonfiato la rete è Jovic (che ieri ha comunque preso uno sfortunato palo). Ancora troppo poco, sicuramente, ma non è tanto il mercato a impensierire i tifosi del Milan. L’arrivo di un attaccante durante la sessione di mercato, tuttavia, è uno snodo cruciale per la seconda parte di stagione.

MILAN- BORUSSIA DORTMUND 1-3, LE PAGELLE: DOCCIA FREDDA A SAN SIRO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate