Milan, difficile la cessione a gennaio di Bakayoko

I più letti

Tiemoué Bakayoko, centrocampista del Milan in prestito dal Chelsea, sembra non rientrare da diverso tempo nei piani di mister Pioli. Tornato a Milanello la scorsa estate dopo i diversi prestiti, al Napoli e al Monaco, Bakayoko sembra non è riuscito a integrarsi nei meccanismi di gioco del tecnico rossonero. Ecco perchè già la scorsa estate si parlava di un addio ormai certo. Sembrava ad un certo punto anche scontata la rescissione consensuale tra il club e il centrocampista. Invece non si è riusciti a trovare una soluzione neppure in questa direzione. Ricordiamo che il Chelsea detiene ancora il controllo del cartellino di Baka, infatti nell’estate 2021 il Milan aveva acquistato il prestito biennale del calciatore. Scontato il mancato riscatto del club rossonero. Il contratto con il Chelsea è in scadenza giugno 2024.

LEGGI QUI ANCHE   -CHARLES DE KETELAERE: LA MISSIONE RISCATTO PARTE DA DUBAI-

Consci di questa situazione l’idea della dirigenza rossonera era quella di riprovare a trovare una soluzione per Bakayoko nel mercato invernale. Sono zero infatti le presenze in questa stagione per il numero 14 rossonero. Il quale si è visto superare nelle gerarchie dai vari Pobega, Krunic, Vranckx, oltre ai due pilastri Bennacer e Tonali. Il problema principale, come riporta Calciomercato.com, però risulta l’elevato ingaggio del centrocampista. Lo stipendio si aggira intorno ai 2.5 milioni netti. Nessun club sarebbe disposto ad accollarsi tale cifra per assicurarsi le prestazioni del centrocampista. Negli ultimi giorni si era parlato di sondaggi da due club di Serie A, quali Salernitana e Bologna. Soluzioni che quasi certamente non si concretizzeranno.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate