Milan, il retroscena su Conte: “Ibrahimovic sì, Cardinale no”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Il giornalista Fabio Santini ha svelato un retroscena riguardo le voci di possibili contatti tra Antonio Conte e il Milan per il dopo Pioli

Fabio Santini, giornalista di Telenova, ha rivelato a Tv Play nel programma “Ti amo calciomercato” alcuni risvolti relativi ad Antonio Conte, alle voci sul Milan e ai contatti avuti con diversi club, sia italiani che stranieri.

I retroscena su Conte

Il Chelsea voleva fare un’offerta da 15 milioni l’anno, ma l’affondo non è mai stato fatto”. Per l’allenatore leccese si è poi affievolita la pista Napoli, anche se in realtà sarebbe stato lui a farsi da parte: “Lui si è chiamato fuori. Non so se possa ancora esserci la possibilità di un ritorno di fiamma per De Laurentiis qualora non andasse in porto Gasperini”, il nome in cima alla lista del patron partenopeo.

Conte, in realtà, auspicava un ritorno alla Juventus, ma Giuntoli ha scelto Thiago Motta. Il suo piano B era il Milan: “Era il candidato numero uno di Ibrahimovic, ma si è sentito dire no da Cardinale. Senza squadra da un anno, il tecnico rischia di rimanere col cerino in mano”.

Ultime news

Notizie correlate