Milan, Di Caro: “Ingaggio di Conte alla portata. Un augurio a Fonseca”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Il Milan ha preso la decisione di puntare su Fonseca, ma i tifosi avrebbero voluto Conte: Di Caro tra rimpianti e auguri

I tifosi del Milan non si danno pace, Antonio Conte diventerà presto il nuovo allenatore del Napoli e i rimpianti aumentano: la dirigenza ha deciso di consegnare le redini in mano a Paulo Fonseca. Andrea Di Caro ha scritto di questo sulla Gazzetta dello Sport di oggi, dal punto di vista economico Conte non sarebbe stato un problema per il Milan, ma ormai non ha più senso parlarne: stiamo per entrare nell’era Fonseca.

Tra Conte e Fonseca

Cifre alla portata e garanzia di successo: “Antonio Conte era il preferito dai tifosi, sicuri che con lui il gap con l’Inter sarebbe stato colmato molto più in fretta. Conte è garanzia di successi, richieste all’altezza delle ambizioni, ossessiva voglia di vincere. Se le cifre del suo ingaggio sono esatte, inoltre, era assolutamente alla portata del Milan. Ma non sono mai stati i soldi il problema legato alla mancata trattativa con il ‘top coach’ salentino“.

Un augurio che sa di responsabilità per Fonseca, visto che oggi si è parlato di convinzione scudetto: L’augurio è comunque che Fonseca abbia ragione, che abbia studiato bene il Milan, che sappia come rigenerarlo e farlo rendere al meglio attraverso il bel gioco di cui il portoghese è certamente un fautore”.

Ultime news

Notizie correlate