Milan, Criscitiello: “Comanda Furlani, su Conte si è intestardito. E Ibrahimovic…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Michele Criscitiello ha parlato delle dinamiche interne nel management del Milan tra il CEO Furlani, Ibrahimovic e la scelta su Antonio Conte

Nelle ultime settimane, tra gli addetti ai lavori si è parlato tanto (soprattutto in funzione della scelta dell’allenatore per il dopo Pioli) del “nuovomanagement del Milan composto dall’azionista di maggioranza Gerry Cardinale, dal CEO Giorgio Furlani, dal DT Geoffrey Moncada e dal consulente Zlatan Ibrahimovic. In un editoriale sulle colonne del sito di Sportitalia, il direttore dell’emittente Michele Criscitiello ha parlato di Giorgio Furlani, Zlatan Ibrahimovic e della situazione allenatore, tra Antonio Conte e Julen Lopetegui.

“Si prende una grande responsabilità”

Per il giornalista, “il caos sul futuro fa più paura del presente“. Il riferimento è al management del Milan: “Cardinale è uomo di finanza ma non di calcio. Si vede. Scaroni è uomo di potere e rapporti istituzionali. Non di calcio. Si vede. Ibrahimovic e Moncada sono uomini di calcio ma, per ora, comandano meno di Furlani“.

Furlani, continua Criscitiello, “si prende una grande responsabilità” sulla scelta del prossimo allenatore. Antonio Contevuole andare al Milan e lo farebbe anche a piedima l’AD del club di via Aldo Rossisi è intestardito” e ha delle idee diverse: la chiamata non è mai arrivata. Nel caso dovesse fallire la possibile scelta di Lopetegui, “Furlani si giocherebbe la carriera a Casa Milan“.

Il vero dubbio di questa società“, chiude il giornalista, è Zlatan Ibrahimovic: “In campo era un leone, nello spogliatoio un leader ma se da dirigente non dovesse mettere becco sulla scelta del mister sarebbe una grande delusione“. Criscitiello ribadisce che l’ex attaccante vorrebbe Antonio Conte sulla panchina del Milan, ma che “ad oggi non passa la linea svedese“.

Ultime news

Notizie correlate