Milan, è chiaro il profilo per il sostituto di Pioli: Conte più lontano

I più letti

Il Milan e Stefano Pioli sembrano ormai destinati a separarsi: la società ha chiaro il profilo del sostituto, non sarà Conte

La sconfitta del Milan in Europa League potrebbe rappresentare per Stefano Pioli la fine della sua avventura sulla panchina rossonera. Dopo cinque stagioni, il tecnico ha ancora un anno di contratto, ma il suo futuro non verrà deciso nell’immediato. La decisione finale del Milan su Pioli, nelle persone di Cardinale, Scaroni, Ibrahimovic, Furlani e Moncada, arriverà solo a fine stagione. Il Corriere della Sera elenca attenuanti ed aggravanti, e stila un profilo per l’eventuale sostituto. Tutto porta lontano da Antonio Conte.

De Zerbi e Conceicao più di Lopetegui e Conte

Contro la sensazione che Pioli sia alla fine del ciclo c’è il fatto che in vista della prossima stagione potrebbe essere utile un tecnico che già conosce l’ambiente. I numerosi calciatori arrivati nel mercato scorso hanno avuto il tempo per ambientarsi ed integrarsi. Ma l’epilogo più probabile è quello della separazione, ma ad oggi non c’è un vero sostituto. Nelle ipotesi del quotidiano milanese c’è un profilo molto chiaro: “Giovane, innovatore, compatibile con il progetto tecnico”. Una descrizione che si scontra con il nome di Antonio Conte. La risposta ideale sarebbe De Zerbi, ma per liberarlo dal Brighton occorre una clausola da 15 milioni. Interessante anche l’idea Conceicao seguendo una simile lunghezza d’onda. Negli ultimi giorni si è invece raffreddata la pista che porta a Lopetegui. Tante ipotesi che rimarranno tali almeno per un altro mese, quando finalmente terminerà questa difficile stagione rossonera.

Ultime news

Notizie correlate