Milan, Cassano: “Pioli stratosferico e massacrato, Inzaghi disastroso”

I più letti

Cassano ritorna a parlare del Milan e di Stefano Pioli, lo fa paragonando il lavoro del tecnico rossonero a quello di Simone Inzaghi

Elogi per il Milan e per Stefano Pioli da parte di Antonio Cassano, nonostante quest’ultima stagione ben al di sotto delle aspettative. L’ex calciatore è intervenuto a La Fiera del Calcio con i suoi soliti toni mai banali, ripercorrendo le stagioni passate e il cammino dei tecnici delle due sponde di Milano. Un percorso che parte dal vecchio Milan campione ai danni di un’Inter favorita, Pioli artefice di risultati straordinari, nettamente in contrapposizione con il lavoro di Inzaghi, disastroso secondo il parere dell’opinionista: “Tutti si basano sul risultato e sull’istantaneo. Io invece guardo il percorso di Inzaghi che era partito bene i primi tre mesi grazie al lavoro di Conte. Poi un disastro, ha perso lo Scudetto con un Milan da quarto posto. Stessa cosa l’anno scorso, l’Inter aveva una squadra clamorosa, il Napoli all’inizio facevi fatica a metterlo tra le prime quattro”.

Che difesa; poi l’aneddoto su Calhanoglu

“Pioli ha fatto un lavoro stratosferico e viene massacrato. Se Inzaghi vincerà altri Scudetti il problema sarà sempre che ne ha persi due contro squadre molto inferiori”. Non si fermano gli attacchi contro il tecnico nerazzurro, che secondo l’opinione pubblica sta crescendo di pari passo con i suoi calciatori: “Io non vedo quest’evoluzione. Acerbi è sempre quello, Barella anche, Pavard non doveva scoprirlo lui e lo stesso vale per Mkhitaryan; Bastoni era già buono con Conte, Dimarco lo ha lanciato Juric non lui. L’unico merito va dato per Thuram, una sorpresa”. E chiude: “L’idea di Calhanoglu regista noi lo dicemmo quando era ancora al Milan”.

Ultime news

Notizie correlate