Milan, Pellegatti: “Kjaer e Giroud, perdi due grandi giocatori, Maignan il sostituto” (ESCLUSIVA)

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Pellegatti su quanto perderebbe il Milan senza i rinnovi di Kjaer e Giroud e sulla priorità di non far partire Theo Hernandez

Carlo Pellegatti è intervenuto, come ogni venerdì in esclusiva, a Pelle Rossonera per parlare dell’imminente match al “Franchi” tra Fiorentina e Milan e della questione rinnovi di alcuni giocatori in scadenza al 30 giugno 2024, in particolare Simon Kjaer e Olivier Giroud. Qui un estratto dell’intervento di Pellegatti a Radio Rossonera.

La perdita del Milan senza Kjaer e Giroud

Carlo Pellegatti nella puntata di ieri di Pelle Rossonera si è espresso sulla perdita di esperienza del Milan nella prossima stagione in caso di mancato rinnovo per Kjaer e Giroud: “Perdi due grandi giocatori, Maignan potrebbe essere il sostituto come leader nello spogliatoio, ma non sappiamo se resterà. Nonostante la giovane età un nome che mi viene da fare è Yacine Adli. Giorni fa ho cercato l’età di Modric, se non avesse 38 anni…”.

Theo Hernandez insostituibile

Pellegatti rispondendo agli ascoltatori in collegamento ha dato la sua opinione sul tema rinnovo di Kjaer: “Perdiamo un giocatore di esperienza, ma sei in minoranza. Metti che rinnoviamo Kjaer e non Theo, cosa dicono i tifosi?”. Pellegatti ha continuato sulla priorità di non far partire Theo Hernandez attraverso la proposta di rinnovo: ” Devono mettere Theo nelle condizioni di non farlo partire. Theo è più unico di Leao, il portoghese si può sostituire con un grande investimento, Theo meno”.

Ultime news

Notizie correlate