Milan, Capello: “Leao, potenziale sopra Vinicius. Il disco vero si fa a Milanello”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Dopo la finale di ieri, Fabio Capello è tornato a parlare del portoghese del Milan Rafael Leao, avanzando un paragone con Vinicius Junior

Intervenuto nel postpartita della finale di Champions League tra Real Madrid e Borussia Dortmund su Sky Sport, Fabio Capello ha parlato dell’ala del Milan Rafael Leao. Il paragone dell’ex del tecnico è con il brasiliano Vinicius Junior, non senza qualche critica al numero 10 rossonero.

Le parole di Capello

“Vinícius Júnior a inizio carriera sembrava un giocatore ribelle, anarchico e adesso invece parla di gruppo, di quanto sia importante aiutarsi. Ci sono giocatori che meriterebbero di passare momenti diversi e non stare le ore a registrare il disco rap. Il disco vero, il lavoro lo si fa a Milanello, a Madrid, il lavoro di tutti i giorni per migliorarsi e non accontentarsi. Per fare questo c’è bisogno di una guida, di una società che ti possa aiutare a raggiungere gli obiettivi, è una delle cose più importanti per aiutare l’allenatore e Carlo Ancelotti ha tutto, lo ha fatto in ogni squadra. Leao, adesso lo dico, avrebbe bisogno di qualcosa di diverso perchè ha un potenziale enorme e fisicamente ha forse qualcosa in più anche di Vinícius, però deve tirarlo fuori lui”.

Ultime news

Notizie correlate