Milan, l’analisi di Capello: “Era impensabile, ora son cambiate due cose”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fabio Capello analizza la stagione del Milan, tra la qualificazione in Champions League e cosa è cambiato nelle ultime settimane

In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, Fabio Capello ha analizzato la corsa Champions League delle squadre di Serie A, una corsa che vede Milan, Juventus, Bologna, Atalanta e Roma giocarsi 3 e probabilmente anche 4 posti per la competizione europea della prossima stagione. Capello si è poi concentrato sul Milan, “tranquillodella qualificazione: tra le prestazioni della squadra e le difficoltà della stagione, l’ex allenatore ha parlato anche di Stefano Pioli.

Le parole di Capello

Per l’ex allenatore rossonero, il Milanè già dentro la prossima Champions League e può stare tranquillo“. Addirittura “era impensabile che non si qualificasse: dopo la stagione dello scudetto si è trovato davanti avversari come Napoli e Inter che hanno viaggiato a livelli stratosferici“.

A livello di gioco, Capello ha sottolineato che la squadraha trovato velocità di gioco e riconquistato quella serenità che forse gli era un po’ mancata“: “Ora è il Milan che ci si aspettava“.

Poi, passa a Stefano Pioli: “Ha sempre fatto la sua parte, nelle ultime settimane ha anche tenuto il passo dell’Inter […] Nei mesi più difficili è stato condizionato dagli infortuni, prima ancora doveva integrare i nuovi acquisti“.

Ultime news

Notizie correlate