Milan, Costacurta su Camarda: “Mi ricorda Pippo” Poi il consiglio

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il consiglio a Francesco Camarda arriva dall’ex Milan Alessandro Costacurta, intervistato dall’edizione di oggi di Sportweek

Dopo la vittoria dell’Europeo di categoria da protagonista (vincendo il trofeo di MVP della competizione), Francesco Camarda è tornato in Italia per firmare il primo contratto da professionista che lo legherà al Milan fino al 2027 (l’annuncio arriverà nel mese di luglio). Intervistato da Sportweek, l’ex rossonero Alessandro Costacurta ha parlato proprio di Camarda sia dentro che fuori dal campo: cosa deve fare il giovanissimo talento del Milan per continuare su questa strada?

Il consiglio di Billy

A vedere Camarda adesso, come gioca con avversari più grandi di lui di due o tre anni, il pensiero è che veramente possa avere un futuro roseo“. Alessandro Costacurta, che “non ha mai visto uno tanto forte alla sua età“, cerca di guardare già a quello che sarà il futuro del giovanissimo bomber rossonero. Di Camarda colpisce “i movimenti dentro e fuori dall’area“, così come “la spiccata capacità di liberarsi dal marcatore“: a Costacurta, in quest’ultimo particolare, il ragazzo classe 2008 ricorda Pippo Inzaghi.

Per non perdersi nel percorso di crescita e di evoluzione, Costacurta dà un’importante consiglio a Francesco Camarda: “Deve continuare ad avere questa ambizione, ma con la modestia che lo ha contraddistinto fino ad ora“. Soprattutto in fase adolescenziale, “dovrà essere accompagnato dalle persone giuste, crescere in un ambiente sano, che non dà problemi e non mette pressioni“. E il Milan, in questo senso, “offre garanzie“.

Ultime news

Notizie correlate