L’ex Milan dà un consiglio per gli acquisti: “Serve uno così”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un’intervista sulle colonne della Gazzetta dello Sport, Demetrio Albertini ha dato un consiglio di mercato al Milan per fare un salto di qualità in Europa.

Cosa manca per fare il salto di qualità anche in Europa?
«Per prima cosa, la squadra non deve perdere quella generosità che le ha permesso di vincere lo scudetto. Pioli magari corregge qualcosa, come tra andata e ritorno con il Chelsea, ma non cambia l’approccio dei suoi tra A e Champions, e fa bene: con un po’ di esperienza in più, il Milan potrà senz’altro alzare il livello anche in Europa. Penso che la ricetta per tornare vincenti anche fuori dai confini italiani sia questa: continuare a seguire il percorso di crescita che allenatore e giocatori stanno portando avanti senza snaturarsi, e inserire progressivamente grandi giocatori».

LEGGI QUI ANCHE   -ESCLUSIVA – ANALISI DEL BILANCIO DEL MILAN PER L’ESERCIZIO 2021/2022-

Maldini ha detto di essere fiducioso sul rinnovo di Leao: “Vorremmo farlo prima del Mondiale”. La conferma di Rafa è la prima pietra per diventare competitivi?
«Per Leao vale una regola fondamentale sul mercato: puoi sbagliare a comprare, ma non puoi sbagliare a vendere. Il Milan ha saputo sostituire Donnarumma, un numero uno di livello mondiale, con Maignan che si è rivelato straordinario, ma in questo momento è dura trovare in giro un calciatore con i colpi di Leao. Lui, Tonali e De Ketelaere sono il futuro della squadra».

Come migliorarla allora?
«Con un attaccante alla portata delle casse del club, ma capace di fare la differenza subito. Giroud non è eterno, lo stesso vale per Ibra. Fino a quando non ci sarà la possibilità di investire come le grandissime d’Europa, occorre scovare i talenti che nelle big non trovano spazio, come aveva fatto la Juve a suo tempo con Morata. Penso a Broja del Chelsea, ad esempio».

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate