il 27/09/2023 alle 12:41

Garlando: “Rischioso ma inevitabile: il Milan di Pioli ne ha bisogno, l’Inter no”

0 cuori rossoneri

Cagliari-Milan è, per Pioli, l’occasione di schierare diverse riserve. Dall’altra parte, Simone Inzaghi prosegue a testa bassa con i titolari contando su un calendario più semplice.

Per la rubrica “Il tema del giorno” sulla Gazzetta dello Sport di oggi, Luigi Garlando tratta lo spinoso tema del turnover, mai al centro come nei turni infrasettimanali. Al centro della discussione ci sono, per privilegi di classifica, Milan e Inter, che presentano due situazioni opposte. Da un lato l’Inter, capolista e imbattuta con di fronte un calendario decisamente semplice, dall’altro il Milan di Pioli, atteso a Cagliari, che deve fare di necessità virtù e dare un turno di riposo a diversi “totem” della rosa.

cagliari milan pioli

CAGLIARI-MILAN, ALBERTOSI: “MAIGNAN TOP, MA NON E’ IL MIGLIORE”

Il turnover “per crescere” di Cagliari-Milan

Cagliari-Milan, per Pioli, significa soprattutto turnover. Alcune sostituzioni sono obbligate, come nel caso di Adli, che debutterà in stagione al posto dell’infortunato Krunic, altre sono dettate dalle contingenze, come nel caso di Giroud e Leao, che necessitano di un turno di riposo prima delle grandi sfide di settimana prossima. Garlando invoca però a non sottovalutare il Cagliari: ” Il passaggio sull’isola nasconde insidie. Il Cagliari ha solo 2 punti, ma non abbassa mai il tono agonistico e sa chiudersi bene. Il Diavolo non ama attaccare fortini chiusi, come ha dimostrato con il Newcastle (25 tentativi a salve). “. Le difficoltà del Milan contro le squadre che tendono a chiudersi sono evidenti da diversi anni, ma il calciomercato dell’ormai passata estate può accorrere in aiuto in tal senso: “Pioli vuole scoprire cosa può dargli Okafor, spera di rivedere il Pulisic d’inizio campionato e di assistere alla crescita di Chukwueze, le cui percussioni tecniche possono cambiare volto alla squadra.”. Pulisic-Okafor-Chukwueze, tridente totalmente inedito a cui il Milan si affiderà per superare la diga del Cagliari, che promette di non fare sconti. I riflettori, però, saranno tutti puntati su Yacine Adli, finalmente messo in condizione di esprimersi dal primo minuto. “Un turnover pesante, forse rischioso, ma inevitabile. Per restare in alto, Pioli ha assolutamente bisogno di allargare il numero dei titolari affidabili.”. Una rosa ampia e intercambiabile è la chiave per una stagione ricca di successi, a partire proprio da Cagliari-Milan.

CAGLIARI-MILAN, RANIERI: “LORO FORTISSIMI MA CE LA GIOCHEREMO! ECCO COSA CI SERVIRA'”

Il non turnover dell’Inter

Non solo Cagliari-Milan, oggi è anche il giorno di Inter-Sassuolo. I nerazzurri di Simone Inzaghi tornano a San Siro dopo il derby per ottenere la sesta vittoria su sei. Dall’altra parte, il Sassuolo (che a San Siro ha un ottimo storico, ma contro il Milan) è ancora con la mente al cinico 4-2 contro la Juventus e promette una gara ad alta intensità guidato dall’ex Pinamonti. Il momento dell’Inter, per Garlando, è assolutamente positivo: “La sensazione che dà il tecnico nerazzurro è quella del ciclista appena andato in fuga che abbassa la testa sul manubrio e pedala a tutta per cercare di aumentare il vantaggio. Infatti pare orientato a non spendere una briciola di turnover.”. Niente turnover quindi, avanti con i titolari per un Inzaghi che può contare su prossimi impegni decisamente più alla portata rispetto ai rivali del Milan. L’unico escluso dovrebbe essere Frattesi con il rientro di Barella, imprescindibile, invece, Mkhitaryan. Cagliari-Milan e Inter-Sassuolo, lo scontro a distanza prosegue, con o senza turnover.

ESCLUSIVA, ORDINE: “MILAN, OCCHIO AL CAGLIARI! INTER FAVORITA PER TRE MOTIVI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

cagliari milan pioli

NOTIZIE MILAN