Milan, Borghi: “Chukwueze si è acceso: ecco la chiave per la svolta”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto a Taconazo, Stefano Borghi ha parlato nuovamente di Samuel Chukwueze e del suo momento con il Milan

Di tutti gli acquisti estivi dei rossoneri, Samuel Chukwueze è stato forse l’unico che fino a questo momento ha deluso le aspettative. Nelle ultime partite però, il nigeriano sembra in netta crescita. Intervenuto alla trasmissione “Taconazo” su Cronache di Spogliatoio, Stefano Borghi ha parlato nuovamente di Chukwueze e del suo momento con il Milan.

Le parole di Borghi

“Non solo devi dare tempi ai nuovi acquisti, ma devi avere anche tu il tempo. Nella prima parte di stagione, il Milan ha avuto un’epidemia di infortuni tale che non ha permesso a Pioli di creare questa squadra in tempi veloci. Tu dovevi integrare una decina di giocatori nuovi, la maggior parte dei quali, o tutti, presi da altri campionati e quindi bisognosi di adattarsi ad una nuova realtà di squadra e di ambiente. Ci sono stati tanti infortuni e quindi non hai mai avuto continuità di allenamento, mai potuto organizzare delle rotazioni, un minutaggio, ci sono sempre state scelte obbligate. E’ normale che qualcuno ci metta un filo di più.

Ho parlato tante volte di quelli che dovevano essere gli obblighi di Chukwueze, ovvero mettersi con la testa dentro al carro armato, saper soffrire, saper migliorare. Ma anche magari crearsi una positività invece di inseguire un qualcosa che non ti riesce. E poi c’è un discorso di natura tecnica e di sviluppo del gioco. Chukwueze rimane quel giocatore che viene “armato” dalla palla nei piedi, e adesso che sta bene e che è convinto di ciò che fa ci si può permettere maggiormente di passare da lui. Il giocatore adesso è acceso, e se Chukwueze è acceso fa la differenza”.

Ultime news

Notizie correlate