Milan-Bologna, Pioli: “C’è rammarico, la prestazione l’abbiamo fatta. Zirkzee? Fantastico”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Finisce 2-2 la sfida di San Siro tra Milan e Bologna, la doppietta di Loftus-Cheek non basta: le parole di Stefano Pioli

Finisce 2-2 la sfida di San Siro tra Milan e Bologna, anticipo della 22ª giornata di Serie A. I rossoneri mancano il quinto successo consecutivo in campionato e non sfruttano il passo falso del pomeriggio della Juventus, fermata sull’1-1 dall’Empoli. Ad aprire le marcature è il Bologna con Joshua Zirkzee che sfrutta una dormita collettiva della difesa rossonera e porta avanti i suoi. Sul finire del primo tempo, però, i rossoneri trovano la rete dell’1-1 grazie al bell’inserimento centrale di Loftus-Cheek. Nella ripresa il Milan cerca il vantaggio e lo trova al minuto 83 ancora con Loftus-Cheek. Nel finale, in pieno recupero, arriva però l’ingenuità del neo entrato Terracciano che commette fallo da rigore su Kristiansen. Dal dischetto Orsolini è glaciale e fa 2-2. Da evidenziare anche i due calci di rigore sbagliati dal Milan nei 90 minuti prima con Giroud e poi con Theo Hernandez. Al termine della sfida tra Milan e Bologna l’allenatore Stefano Pioli ha commentato la sfida ai microfoni di Sky Sport.

MILAN-BOLOGNA, SAN SIRO SI ACCENDE CONTRO IL RAZZISMO

Le parole di Pioli

Sulla partita: “Rammarico per non aver vinto la partita. Vero che abbiamo sbagliato due rigori, abbiamo avuto tante occasioni, ma ne abbiamo concesse anche alcune a un ottimo Bologna, va detto. Ma nonostante tutto eravamo riusciti ad andare in vantaggio e a rimontare una gara difficile. Questo ci deve insegnare che non puoi mollare l’attenzione e la determinazione come abbiamo fatto noi in occasioni del rigore. È un peccato perchè la prestazione l’abbiamo fatta. Nelle difficoltà abbiamo giocato ancora con tanta generosità e tanta qualità, creando tanto. Ma non è bastato per portare a casa un vittoria fondamentale per come si era messa la gara, per il nostro momento e per tanti altri motivi. Siamo quasi 9 giocatori dentro l’area in occasione del rigore e non riusciamo nè ad aiutare Theo con un raddoppio né a coprire l’inserimento. È un peccato”.

Sui rigori: “Giroud e Theo sono ottimi rigoristi, ma purtroppo oggi hanno sbagliato. Ma speriamo di averne degli altri e di fare altri gol”.

Sulla classifica: “Guardiano noi stessi e chiaramente non siamo contenti. C’erano tante cose nei tre punti di oggi: la quinta vittoria di fila, i 7 punti in più rispetto allo scorso anno, lo stesso punteggio dell’anno dello scudetto… È stata una partita difficile contro un ottimo Bologna, ma alla fine avevamo rimontato. È chiaro che ci sono tante cose positive ma abbiamo dimostrato che ci sono tante cose in cui dobbiamo migliorare”.

MILAN-BOLOGNA, FURLANI: “GLI EVENTI DI UDINE FANNO SCHIFO. PARLARE NON BASTA PIÙ”

Sulla prestazione: “Noi cerchiamo il risultato attraverso una prestazione. In settimana abbiamo rivisto l’azione del gol partita di Udine. In tre sono andati per vincere il duello aereo, che poi abbiamo vinto e su cui ha fatto gol Okafor. Quello è molto più importante che giocare un po’ meglo o un po’ meno bene. Oggi siamo mancati in questo. Sono convinto che se la gara fosse finita 2-1, malgrado tutto, la nostra fiducia e convinzione sarebbe diversa. Noi dobbiamo guardare a tutto. Sarebbe stata una vittoria che ci avrebbe dato ancora più morale e classifica. Dobbiamo cercare di abbinare alle prestazioni i risultati, perchè siamo ambiziosi”.

Sulla gestione del vantaggio: “Nel secondo tempo, a parte l’occasione di Zirkzee all’inizio, abbiamo fatto meglio del primo e non abbiamo concesso quasi nulla. Le partite non finiscono al 92′ o al 95′ ma quando l’arbitro fischia. Spero impareremo da questo”.

Su Zirkzee: “È un gran giocatore, lo seguo dai tempi del Bayern. Lo avevo seguito anche a Parma. Giocatore fantastico, fisicità e qualità. Ha tutto, il Bologna sta facendo benissimo con lui”.

Su Leao: “Al cambio è venuto lui a dirmi che il prossimo rigore lo vuole calciare. In allenamento non è che ne segna tanti, ma magari in partita andrà diversamente”.

MILAN-BOLOGNA 2-2, LE PAGELLE: LA DOPPIETTA DI LOFTUS-CHEEK NON BASTA

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate