Milan-Atalanta, Scalvini: “San Siro ti carica. Futuro? Posso dire…”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Per Scalvini è già Milan-Atalanta, il difensore racconta l’effetto San Siro e la voglia di battere i rossoneri: idee chiare sul futuro

In campionato il Milan dovrà ripartire dalla difficile sfida all’Atalanta: Giorgio Scalvini non vede l’ora. Dopo un buon momento per il Diavolo, è arrivata la pesante sconfitta di Monza, tra Europa League e Serie A non c’è spazio però per fermarsi a riflettere, il Milan deve riprendere a correre subito e deve farlo battendo l’Atalanta di Gasperini. Il difensore della Dea, Giorgio Scalvini, carica l’ambiente per la sfida a San Siro: uno stadio che lo riempie di emozioni. Spazio anche al suo futuro, il giovane azzurro è molto richiesto: in lui però emerge una convinzione.

MILAN, LOFTUS-CHEEK ESALTA REIJNDERS: “HA 3 QUALITÀ FUORI DAL COMUNE: PUNTO SU DI LUI”

DAL SETTORE GIOVANILE ALLA PRIMA SQUADRA – «Soddisfazione, stupore, grande emozione. Voglio dire grazie a tutti gli allenatori che ho avuto: dal settore giovanile fino a Gian Piero Gasperini, con la consapevolezza che si può migliorare. A Zingonia ti fanno crescere come calciatore e come uomo».

SULLE SFIDE CONTRO INTER E MILAN – «San Siro è uno stadio che ti mette pressione. Affascinante, imponente. Vederlo pieno è qualcosa di speciale, ci ho giocato con l’Atalanta contro il Milan Campione d’Italia e contro l’Inter finalista di Champions; in Coppa Italia e ancora con la Nazionale. Questo tipo di atmosfera mi carica molto”.

GASPERINI – «Ti fa crescere in tutto e ti fa sentire importante: con lui cresci non solo in campo, ma anche dal punto di vista della personalità».

CALCIOMERCATO – «Il mio rinnovo di contratto vale tantissimo e sono molto legato all’Atalanta e alla famiglia Percassi. Voci di mercato? Penso solo a fare bene qua».

OBIETTIVI ATALANTA – «Posso dire che siamo un grande gruppo, in campo e fuori, il rapporto è splendido. Siamo abbastanza fiduciosi e tra campionato, Coppa Italia ed Europa League pensiamo partita per partita”.

UN SOGNO CHIAMATO NAZIONALE: “È sempre una grande emozione vestire la maglia della Nazionale. Quando abbiamo vinto l’Europeo io ero a casa che esultavo e giocavo con la Under 19. La convocazione comunque passa da quello che riuscirò a fare con la maglia della Dea”.

MILAN, BASTONE E CAROTA PER LEAO, COSTACURTA: “ECCO GLI STEP PER DIVENTARE UN CAMPIONE”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate