CorSport, la moviola di Milan-Atalanta: “Il giallo lo meritava Orsato”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Tanti episodi al vaglio della moviola in Milan-Atalanta: il Corriere dello Sport valuta e dà voti opposti ad arbitro e VAR

Il pareggio maturato ieri sera a San Siro tra Milan e Atalanta è stato deciso da un episodio arbitrale oggetto di grande discussione nei post partita televisivi, ma anche in conferenza stampa: sui giornali impazza la moviola. Ma non c’è solo il contatto tra Holm e Giroud che ha portato al rigore determinante di Koopmeiners, perché sono sotto analisi anche un possibile tiro dal dischetto per il Milan e, in generale, le prestazioni di Daniele Orsato e Massimiliano Irrati, rispettivamente arbitro e VAR. Sul Corriere dello Sport, questa mattina i giudizi per i due sono opposti.

MILAN-ATALANTA 1-1, MARELLI: “RIGORE CODIFICATO. OFR BREVE PER QUESTO MOTIVO”

Orsato insufficiente

Partiamo dalla valutazione del direttore di gara. Per il moviolista Edmondo Pinna Orsato merita un 5. Il commento è il seguente: Non sufficiente. Speriamo per Rosetti che si stia risparmiando per l’Europeo. Poco mobile, irritabile oltre modo (vedi i gialli a Leao e Lookman), il rigore lo fischia dopo OFR. Qualcosa da rivedere sul disciplinare”.

Il fischio dopo On Field Review, invece, è giudicato corretto: “Giroud cerca il pallone e colpisce solo il corpo di Holm (che simula un tocco di testa che non c’è): rigore netto, non visto da Orsato se non al monitor per l’OFR, che dura un secondo”. Un altro episodio viene presto liquidato: “Cross di Leao, braccio destro di Holm parallelo al corpo e vicino allo stesso: giusto non dare rigore“.

MILAN-ATALANTA, GASPERINI: “RIGORE? CON LORO SIAMO IN CREDITO”

Bene Irrati, arbitro da giallo

Per quanto riguarda la valutazione complessiva del DDG, il CorSport sottolinea anche il continuo bendaggio e ri-bendaggio di Kolasinac: Meritava il giallo Orsato per… imprudenza. Permettere a Kolasinac di affrontare un calcio d’angolo mentre continua a perdere sangue dal sopracciglio non è previsto dal regolamento”.

Infine, promosso il VAR Irrati, che si prende un 6.5. La pagella che chiude la moviola di Milan-Atalanta è questa: “Primus inter pares (primo in un gruppo di persone di pari dignità o valore) così arriva il rigore”.

MILAN-ATALANTA, BOTTA E RISPOSTA PIOLI-GASPERINI: “DÀ TANTO FASTIDIO”

Ultime news

Notizie correlate