Milan-Atalanta, Florenzi: “Leao è molto sensibile, da lui pretendo sempre questo”.

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Koopmeiners risponde a Leao: termina 1-1 la sfida di San Siro tra Milan e Atalanta, le parole di Alessandro Florenzi al termine della sfida

Finisce in parità la sfida di San Siro tra Milan e Atalanta (leggi qui le pagelle). I rossoneri ganno la partita e passano in vantaggio pochissimi minuti dopo il calcio d’inizio. Leao prende palla sulla sinistra, salta due uomini e da posizione defilatissima batte Carnesecchi con un destro a giro potente e preciso. I rossoneri continuano a creare gioco ma a pichi minuti dall’intervallo, su un calcio d’angolo, Orsato punisce un contatto tra Giroud e Holm nell’area di rigore del Milan. Dopo On Field Review, il direttore di gara assegna il penalty, che Koopmeiners con freddezza trasforma. Nella ripresa sono ancora gli uomini di Stefano Pioli a fare la gara, trainati da un Leao indiavolato, ma non riescono a trovare la via della rete. Da sottolienare anche la prestazione di Yacine Adli in mezzo al campo che, dopo la prestazione difficile di Monza, ha saputo risollevarsi e ha giocato una gara da protagonista al centro del campo. Il Milan gioca bene nel complesso, ma non riesce ad andare oltre il pari contro un’Atalanta abile a difendersi: le parole di Alessandro Florenzi a DAZN al termine della sfida.

Le parole di Alessandro Florenzi

Sulla partita: “Portiamo a casa un punto con amarezza, parlo solo del risultato. La prestazione penso sia stata una delle più convincenti di quest’anno, sotto tanti punti di vista. Credo che questa sera non sia demerito dell’Atalanta, ma merito nostro per come abbiamo approcciato la gara e come abbiamo spinto per 90 minuti. Sapevamo che non era facile ma penso che ai punti la dovevamo vincere noi”.

Sulle critiche eccessive ricevute dal Milan: “Sono d’accordo. Oggi, senza un rigore al 97′, il PSG perde contro il Rennes. Noi siamo passati come dei brocchi perchè abbiamo perso 3-2 giovedì e loro sono passati come dei brocchi perchè avevano dipinto la loro vittoria come un miracolo. Nella vita, ormai, ho imparato una cosa importante: ci vuole equilibrio in tutte le cose. Serve quando si perde e quando si vince. Penso che non c’è stato tanto equilibrio nei nostri confronti. Dobbiamo essere noi forti e consapevoli che quello che c’è fuori dal nostro gruppo deve rimanere fuori”.

Sul gol di Leao: “Tutti sanno quello che penso di Rafa. Voglio dire che pretendo da lui prestazioni molto simili a quella di questa sera. Posso dire solo questo”.

Ancora su Leao: “È un ragazzo motlo sensibile, soprattutto vero quello che gli viene detto da fuori, non tanto quello che gli viene detto da dentro. Secondo me si fa troppo influenzare. Anche la sua esultanza mi è sembrata un po’ polemica. Lui deve stare tranquillo. Lui sa la sua forza e sa che ha alle spalle una squadra che lo spingerà sempre, anche quando tutti gli altri gli diranno che non è continuo o che non è all’altezza di altri campioni. Sa quanto deve lavorare per arrivare lì, ma non gli manca tanto. Spero che si sia sbloccato stasera”.

Sulla disposizione in campo: “Il mio ruolo dipendeva molto da chi mi veniva a prendere. Prima c’era Ederson, allora mi alzavo. Poi è venuto Ruggeri, allora ho cercato spazio stando un po’ più dietro e andando magari ogni tanto dentro. Chiaramente poi sfruttavo il movimento a portare via l’uomo di Bennacer e l’uno contro uno di Pulisic, che lo fa sempre molto bene. Questo mi ha dato un po’ di spazio per crossare”.

Ultime news

Notizie correlate