Milan-Atalanta, competizione arbitro-VAR? La moviola di Cesari

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Finisce 2-1 per l’Atalanta il controverso quarto di finale contro il Milan: la moviola e il giudizio su arbitro e VAR di Graziano Cesari

Il Milan è eliminato dalla Coppa Italia. Primo tempo che parte con un netto dominio territoriale del Milan, che crea molto gioco ma non riesce a rendersi particolarmente pericoloso nei confronti di Carnesecchi. Passata la mezz’ora inizia a salire di colpi l’Atalanta, che guadagna campo e inizia a creare qualche occasione. Al minuto 45, però, la sblocca il Milan con una splendida azione a due sulla corsia di sinistra tra Leao e Theo Hernandez che porta il portoghese a battere a rete regalando il vantaggio ai rossoneri. Il gioia, però, dura meno di due minuti, con Koopmeiners che trova a sua volta un grande gol e riporta tuttò in parità. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 1-1. Nella ripresa cambia ancora il parziale. Il giovane Jimenez interviene ai danni di Miranchuk in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Koopmeiners è freddo e spiazza Maignan, portando in vantaggio l’Atalanta. Nel finale il Milan cerca il pareggio, ma la gara termina 2-1. Sarà dunque l’Atalanta a giocare la semifinale di Coppa Italia. Al termine della sfida tra Milan e Atalanta, Graziano Cesari ha commentato i tre episodi più discussi della sfida, giudicando le prestazioni di arbitro e VAR.

MILAN-ATALANTA 1-2, LE PAGELLE: IN SEMIFINALE CI VA LA DEA

La moviola di Graziano Cesari

Sul contatto Reijnders-De Roon del primo tempo: “De Roon si va a scontrare con Gabbia per via della spinta di Reijnders. Mi sembra ci siano poche discussioni: il braccio sinistro si appoggia sulla schiena e poi si allarga. De Roon è in vantaggio di posizione e sta aspettando il pallone. Il VAR? Questa è la domanda. Queste spinte sono argomento di discussione tutte le settimane nell’ultimo periodo. Qui il VAR deve intervenire, anche solo per chiedersi perchp questi giocatori rimangano per terra. Qui i due hanno rischiato, c’è un brutto testa contro testa. La spinta è forte, poi De Roon non riesce a controllarsi e questo porta allo scontro, dove nessuno dei due (De Roon e Gabbia) ha colpa. Non ho capito perchè il VAR non è intevenuto”.

MILAN-ATALANTA, GASPERINI: “GUERRA TRA ARBITRO E VAR. DI BELLO GRAN MALEDUCATO”

Sul rigore assegnato all’Atalanta per l’episodio tra Jimenez e Miranchuk: “Di Bello fischia calcio di rigore, il VAR è totalmente assente. Proviamo ad analizzare le immagini. per prima cosa dobbiamo stabilire se Jimenez tocca il pallone e si vede che chiaramente colpisce la sfera. E il primo dubbio ce lo siamo tolti. Ora dobbiamo capire se tocca prima il ginocchio dell’avversario, perchè in quel caso non conta il tocco sul pallone ma il fatto che abbiamo impedito una progressione di corsa continuata Miranchuk. Vi faccio vedere un’immagine che è quella del VAR di Lissone. Jimenez appoggia il piede per terra quando ancora c’è distanza tra i due. Miranchuk trascina il piede sinitro sul terreno e a quel punto va all’impatto. Ma come fa a fare fallo Jimenez a quel punto? Non può fare fallo, il piede è già a terra. Tu VAR hai questa immagine a disposizione, devi metterla anche a disposizione del direttore di gara. Non si può entrare in competizione per dimostrare chi è più bravo. Questa immagine è chiarissima, le gambe non si toccano mai. Questa immagine può essere sfuggita al VAR? Io spero proprio di no, altrimenti è veramente impossibile. Per me non c’è assolutamente fallo in questa circostanza. Questo non è mai calcio di rigore, e il VAR non interviene”.

MILAN-ATALANTA, PIOLI: “GARA CAMBIATA SU UN RIGORE CHE NON C’ERA”

Sul rigore chiesto dal Milan nel finale per un tocco di mano: “C’è un colpo di testa di Simic. Il Milan protesta chiedendo un fallo di mano. Si vede questo braccio sinistro che si allarga, nel tentativo di aumentare l’elevazione. Queste sono le immagini, il braccio è largo”.

MILAN-ATALANTA, SCARONI: “COPPA ITALIA? DOBBIAMO VINCERLA. HO CAPITO IL RUOLO DI IBRA”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate