Milan, Albertini: “Pioli, mai avuta la squadra più forte. Su Conte…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato da TvPlay, Demetrio Albertini ha parlato dell’ultima stagione al Milan di Stefano Pioli e del malumore dei tifosi

A margine del Premio Maestrelli, Demetrio Albertini è intervenuto ai microfoni di TvPlay per parlare della stagione del Milan e del percorso di Stefano Pioli.

Le parole di Albertini

Che effetto le fa il clima che si è respirato in questa settimana a San Siro con gli striscioni dei tifosi?

“Come tutte le cose, tante volte la chiarezza di quello che si aspetta il tifoso è quello. In questi anni i tifosi sono stati molto vicini a tutto l’ambiente Milan, quindi alla società, la squadra e tutto. Quest’anno oggettivamente c’è stato magari un calo anche di rendimento che alla fine come sempre sfocia nella contestazione o un malumore. Spetterà alla società che ha tutti i buoni propositi per poter pensare a pianificare il futuro, l’incertezza tante volte non è mai quello che vuole il tifoso ma vorrebbe poter ambire a giocarsi almeno lo scudetto.”

Giusto voltare pagina rispetto a Pioli o c’è un po’ di ingratitudine nei suoi confronti?

“Non dipende da noi ma dalla società e da quali sono i loro obiettivi futuri. Il mister ha dimostrato in questi anni di arrivare sempre agli obiettivi, poi dopo il lavoro della società deve essere quello di valutare la sinergia tra il presente, il passato ma soprattutto anche il futuro. Io non parlerei tanto di ingratitudine. Io penso che Pioli abbia fatto un grandissimo lavoro in questi anni, va riconosciuto perché non ha mai avuto la squadra più forte del campionato però in questi ultimi anni ha raggiunto sempre la Champions League e ha vinto anche lo scudetto.

Quindi chi al suo posto? I tifosi vogliono Conte… 

“Crescere insieme con gli acquisti giusti può essere una strada. Se uno prende un allenatore importante poi dopo deve dimostrare anche con gli acquisti di poter ambire subito a vincere lo scudetto”.

Ultime news

Notizie correlate