L’agente: “Manca il coraggio di investire sui giovani. Sul ragazzo c’era anche il Milan”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

L’agente Stefano Antonelli ha duramente criticato il calcio italiano raccontando un retroscena su un suo assistito, seguito anche dal Milan

Il calciomercato non si ferma mai. Anche quando non sono aperte delle vere e propie sessioni, come a gennaio o in estate, il mercato prosegue con contatti tra società e agenti e soprattutto con il racconto di moltissimi retroscena legati a trattative passate. È il caso di Destiny Udogie, terzino ed esterno ex Udinese, passato in estate al Tottenham. In occasione del TransferRoom di Estoril, in Portogallo, il suo agente Stefano Antonelli ha parlato del suo assistito, raccontanto un aneddoto sul passato che riguarda anche il Milan. Questo ha spostato poi il discorso, rendendolo quasi un attacco al calcio italiano e alla paura che hanno soprattutto i top club di investire sui giovani.

MILAN-FIORENTINA, QUANTI ASSENTI! E ATTENZIONE AI DIFFIDATI…

Le parole dell’agente

Stefano Antonelli ha parlato ai microfoni di tuttomercatoweb. L’agente ha raccontato diversi retroscena legati ad Udogie: “Il passaggio di Udogie al Tottenham è una sconfitta per il calcio italiano? Se c’è un limite che i club italiani ancora oggi non riescono a superare è il coraggio dell’investimento. Invito chiunque e sfido chiunque a dirmi quale club italiano non voleva Udogie. Lo volevano tutti: in quella fase, l’unico che ha ritenuto opportuno accelerare è stato Gino Pozzo con l’Udinese. L’ha preso a 2,8 milioni e lo ha venduto dopo dieci mesi a 26 milioni. Ora con quello che sta facendo non ha un prezzo definito ma parlammo con la Juventus, con il Milan, con l’Inter… Destiny piaceva a tutti, tutti lo avrebbero voluto ma in quel momento non c’era lo slancio per definire questa operazione. Non investiamo sugli italiani è un luogo comune capitato anche a Udogie”.

FURLANI: “QUI PER AUMENTARE I FAN DEL MILAN. ARABIA SAUDITA? PROGETTO SERIO E AMBIZIOSO”

La stagione di Udogie a Londra

Udogie si è già preso Londra. L’ex Udinese è stato acquistato dagli Spurs nell’estate del 2022, ma è rimasto in prestito nel club friulano per un’ulteriore stagione. Lo scorso anno, pur sapendo che sarebbe stato l’ultimo alla corte dei Pozzo, ha messo in campo prestazioni sempre al massimo e ha concluso l’annata con 3 gol e 4 assist, numeri niente male per un terzino. Con la maglia del Tottenham si è conquistato subito la titolarità e ha già totalizzato 10 presenze in Premier League. Ha saltato solo due gare, una per infortunio e una per squalifica dopo il rosso rimediato contro il Chelsea. Per lui non è ancora arrivato il primo gol con la nuova maglia, ma sono già arrivati due assist e tante prestazioni preziose.

ADLI: “PERIODO DIFFICILE, MA SIAMO IL MILAN! I NOSTRI OBIETTIVI SONO CHIARI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate