il 21/01/2024 alle 13:13

Maignan: “Aggredito come uomo, ecco i complici di quanto avvenuto”

0 cuori rossoneri

Il messaggio social di Maignan per gli atti discriminatori in Udinese-Milan: l’elenco di chi deve assumersi le responsabilità e la sottolineatura finale

Mike Maignan è tornato questa mattina sui fatti vergognosi assistiti ieri sera al Bluenergy Stadium in Udinese-Milan, match in cui il portiere francese dei rossoneri è stato vittima di gesti e ululati razzisti e discriminatori da parte di una parte della tifoseria friulana. L’estremo difensore ha chiesto prima l’aiuto della panchina, poi dell’arbitro che ha provveduto a sospendere temporaneamente la sfida per far trasmettere il primo avvertimento attraverso l’altoparlante dello stadio. Nel postpartita Maignan ha parlato ai microfoni dei media denunciando l’ignoranza di chi ha compiuto determinati atti. Oggi ha affidato ai social la sua dura presa di posizione su quanto accaduto che lo ha coinvolto in prima persona. Qui il lungo messaggio social di Mike Maignan.

Il messaggio social di Maignan sui fatti di Udinese-Milan

UDINESE-MILAN 2-3, MAIGNAN REAGISCE: “IGNORANTI! SERVONO DECISIONI FORTI”

Maignan, in Udinese-Milan aggredito come uomo

Mike Maignan si è espresso in francese sui social media oggi per denunciare ancora di più la discriminazione subita ieri a Udine in Udinese-Milan. Nella prima parte del suo post Instagram, Mike ha scritto di essersi sentito aggredito come uomo: “Non è stato il giocatore ad essere stato aggredito. E’ stato l’uomo. E’ stato il padre di famiglia. Questa non è la prima volta che mi succede. E non sono il primo a cui è successo. Abbiamo fatto comunicati stampa, campagne pubblicitarie, protocolli e non è cambiato nulla”. Successivamente, Maignan ha parlato delle componenti del sistema che devono assumersi le responsabilità e complicità di quanto è avvenuto: ” Gli autori di questi atti, perché è facile agire in gruppo nell’anonimato di un forum; gli spettatori che erano in tribuna, che hanno visto tutto, che hanno sentito tutto ma che hanno scelto di tacere, siete complici; il club dell’Udinese, che ha parlato solo di interruzione della partita, come se nulla fosse, è complice; le autorità e la Procura, con tutto quello che sta succedendo, se non fai nulla, SARAI COMPLICE ANCHE TU”.

MAIGNAN, IL CALCIO È CON TE! ONDATA DI SOLIDARIETÀ PER IL PORTIERE DEL MILAN

Il ringraziamento di Maignan per il sostegno

Nella seconda parte del suo messaggio social, Maignan ha voluto ringraziare tutti coloro che lo stanno sostenendo in queste ore con innumerevoli messaggi di solidarietà dopo i fatti di Udinese-Milan: “voglio dire grazie al mio club AC Milan, ai miei compagni, all’arbitro, ai giocatori dell’Udinese e a tutti quelli che mi hanno mandato messaggi, che mi hanno chiamato, che mi hanno sostenuto in privato e in pubblico. Non posso rispondere a tutti ma vi vedo e siamo INSIEME. È una lotta difficile, che richiederà tempo e coraggio. Ma è una battaglia che vinceremo”. Infine, una sottolineatura importante a cui tiene molto il portiere del Milan: “L’ho già detto e se è il caso lo ripeto: non sono una VITTIMA”.

OKAFOR SEGNA, IL MILAN VINCE, ADLI SI FA TUTTO IL CAMPO PER MAIGNAN!

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN