Miccichè (ex presidente di Lega): “Uscivo dalle assemblee col mal di testa!”

DiDavide Giovanzana

Feb 21, 2022

Gaetano Miccichè, ex presidente della Lega Serie A, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera parlando della situazione del calcio italiano.

Se ripenso a quel periodo della Lega Serie A, il mio sentimento è ambivalente. Umanamente è stata una fase splendida della mia vita professionale: ho avuto l’opportunità di conoscere gruppi di lavoro, rappresentanti venti realtà territoriali differenti ciascuna con la propria storia sportiva.

-Leggi QUI anche: “Perché gli americani hanno investito sull’Atalanta”-

Ho cercato di contribuire in maniera onesta, partendo dalla consapevolezza maturata in cinquant’anni di carriera: nelle aziende ci sono comportamenti standard da seguire, avere bilanci in ordine, una governance chiara, deleghe definite.

Ecco perché l’esperienza mi ha procurato grande fatica. E’ un ambiente che manca totalmente di regole. Non si sopravvive perché non vengono assegnati mandati chiari e non c’è un azionista di riferimento. Uscivo da ogni assemblea con un mal di testa violento: non era facile dirigere le riunioni tra presidenti che urlavano, altri che pensavano ai fatti propri e altri ancora che si scambiavano insulti.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan