#MercoledìMeteora: Alberto Paloschi, 18 secondi dopo