VIDEO- Follia in Australia: aggredito il portiere del Melbourne City

I più letti

Nel corso del derby di Melbourne tra Melbourne City e i Melbourne Victory, un gruppo di tifosi ha letteralmente invaso il terreno di gioco assalendo i calciatori che stavano disputando il match. Ad averne la peggio è stato il portiere dei Melbourne City Glover, che ha subito una sospetta commozione cerebrale. In particolare nel corso della ripresa, un gruppo di sostenitori della formazione ospite, il Melbourne Victory, ha invaso il terreno di gioco assalendo i calciatori che stavano disputando il match e scatenando il caos con fumogeni e con un lancio di oggetti, uno dei quali, un bidone dell’immondizia ha colpite il portiere del Melbourne City. Uno degli ultras ha afferrato un secchio di metallo e lo ha gettato in faccia a Glover mentre scoppiavano dei tafferugli e un gruppo di ‘tifosi’ è salito sulla traversa. Per il portiere un vistoso taglio all’altezza dello zigomo.

LEGGI QUI ANCHE    -FRANCIA, SOSPIRO DI SOLLIEVO: THEO È TORNATO AD ALLENARSI IN GRUPPO-

La motivazione dietro questa invasione durante il derby di Melbourne sarebbe la protesta dei tifosi contro la decisione della Lega calcio australiana di assegnare le finali del campionato per i prossimi tre anni a Sydney. Questo è quanto riporta Sportmediaset. L’aggressione al portiere non era stato l’unico episodio di violenza, un altro bengala aveva già colpito un cameraman televisivo sulla schiena. Il match è stato sospeso sul punteggio di 1-0 in favore del Melbourne City. Sono arrivate anche le scuse del Melbourne Victory. Il club con un comunicato ha voluto denunciare ogni tipo di violenza e mostrare il proprio sostegno per il portiere avversario e il cameraman.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate