Milan-Roma, Compagnoni: “Cambi tardivi, atteggiamento sbagliato, uno su tutti”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Gli errori più gravi di squadra e individuali commessi dal Milan nella sfida con la Roma evidenziati da Compagnoni

Maurizio Compagnoni nel corso di Campo Aperto su Sky Sport 24 ha dato la sua opinione sui principali temi che riguardano il Milan nella sfida con la Roma nei quarti di finale di andata di Europa League. Il telecronista ha parlato dei cambi di Stefano Pioli, della sfida tattica e dell’atteggiamento dei rossoneri e in primis di Rafael Leao.

Compagnoni, il cambio tardivo di Chukwueze in Milan-Roma

Compagnoni si è espresso chiaramente su Milan-Roma 0-1 in Europa League in tutti i suoi aspetti. Il primo argomento toccato nella riflessione a Sky Sport è stato quello delle tempistiche dei cambi: “Che il cambio di Chukwueze sia stato tardivo è fuori discussione. E’ entrato lui, ha cambiato la partita. Il Milan è stato molto più pericoloso in quei 10′ con Chukwueze che negli altri 80”. Il giornalista ha poi spostato l’attenzione sull’aspetto tattico della sfida dove De Rossi ha avuto la meglio su Pioli: “De Rossi ha messo la squadra in campo benissimo, con questo 4-4-1-1 che ha funzionato alla perfezione, ha coperto il campo come meglio non avrebbe potuto”.

Milan, l’errore nell’atteggiamento di squadra e di Leao

Maurizio Compagnoni nella riflessione sul match fatta a Campo Aperto ha messo il cerchietto rosso sull’atteggiamento del Milan: “Sbagliato l’atteggiamento. E’ scesa in campo una squadra molle, lenta, quasi mai andando a pressare l’avversario, con giocatori fondamentali con la testa altrove”. Il riferimento principale in riferimento all’atteggiamento errato nella gara giocata ieri a San Siro è a Rafael Leao, emblema dell’errore commesso dal diavolo: “Leao su tutti ma non solo. Troppo brutto il Milan per essere vero”. Il giornalista ha continuato il suo commento alla partita sottolineando come la Roma ha perso l’occasione per mettere l’ipoteca sulla qualificazione già all’andata, lasciando così spazio all’eventuale rimonta rossonera.

Ultime news

Notizie correlate