Moretto: “Il Milan aveva attivato l’operazione Jovic, Daka era impossibile, su Mir il Siviglia…”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Matteo Moretto di Relevo è stato intervistato per il canale Youtube di Carlo Pellegatti per raccontare i retroscena del mercato estivo del Milan 2023. Il giornalista esperto di calciomercato tra i tanti argomenti affrontati nell’intervista ha parlato delle tre alternative che i dirigenti rossoneri si sono trovati davanti dopo che è saltato l’affare per il passaggio di Mehdi Taremi dal Porto. I tre nomi su cui erano andati l’amministratore delegato Giorgio Furlani e il responsabile dell’area sportiva Geoffrey Moncada erano: Patson Daka del Leicester, Rafa Mir del Siviglia e Luka Jovic della Fiorentina. Alla fine è arrivato il serbo ex Real Madrid. Qui i retroscena sulle trattative del Milan raccontati da Matteo Moretto.

Daka operazione impossibile

“Su Daka io so che non c’erano i tempi tecnici per portare avanti l’operazione ed era praticamente impossibile. Da quando il Milan ha iniziato a portare avanti quest’operazione praticamente subito il fatto che fosse extracomunitario, il tempo per le visite mediche e il tempo per i documenti non c’era, quindi, di Daka non ne ho mai parlato perché secondo me era praticamente infattibile dal minuto 1”.

Su Mir il Siviglia si è opposto

“Su Rafa Mir posso dire che il giocatore stava spingendo tantissimo, perché era più il giocatore che spingeva ad andare al Milan. Il Milan lo voleva, ma io poi durante l’ultimo giorno di mercato ho continuato a dire che il Siviglia non era così d’accordo, perché doveva trovare un sostituto e ha fatto di tutto per non far andare Rafa Mir al Valencia, perché già c’è stata un operazione sul punto di chiudersi: quella tra Rafa Mir e il Valencia qualche giorno prima e io immaginavo che il Siviglia non lo avrebbe dato al Milan. La trattativa era avanzata tra giocatore e Milan, ma tra club non lo è stato mai”.

Moretto, Jovic al Milan era già tutto pronto

“Jovic nel Real Madrid non si è mai adattato allo stile di gioco del Real e non ha mai avuto il minutaggio giusto e la fiducia giusta. Credevo che alla Fiorentina potesse fare qualcosa in più. Questa è l’ultima grande occasione della carriera. Per come è stata impostata l’operazione dal Milan, quindi, prenderlo a titolo definitivo a costo zero con contratto di un anno fino a giugno e poi vediamo tra un anno. Eventualmente se continueranno insieme gli faranno un triennale da quello che so, quindi, un contratto importante. Il Milan e Jovic si sono dati l’opportunità di vedere per un anno come andrà. Era l’operazione più semplice, veloce e più fattibile. Aveva già attivato l’operazione Jovic qualche settimana prima”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Moretto Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate