La doppia vita di Flamini: da calciatore del Milan a imprenditore “green” di successo

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Le due carriere di Mathieu Flamini, dopo una lunga carriera tra Arsenal e Milan la fondazione di GF Biochemicals e il lancio della molecola “salva pianeta”

Mathieu Flamini dopo la fine della sua carriera nel 2019 ha continuato l’attività con l’azienda GF Biochemicals fondata a Milano da lui nel 2008 insieme a Pasquale Granata poo dopo il suo arrivo al Milan. L’ex centrocampista francese ha alle spalle una carriera sviluppata soprattutto tra Arsenal e Milan in cui ha giocato 5 anni vincendo lo Scudetto 2010-2011 e la Supercoppa Italiana 2011. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo si è dedicato totalmente alla sua attività nel campo chimico come A.D. della società. L’obiettivo aziendale è offrire un’alternativa di origine vegetale ai prodotti derivati dal petrolio. Vista l’attualità della tematica e l’urgenza di arrivare a soluzioni green come quella proposta dalla realtà del francese il giro di affari economico generato è milionario.

L’EX FLAMINI TRA IMPRESA GREEN E IL SUO MILAN: “SONO ORGOLGIOSO”

L’acido sostitutivo del petrolio

Mathieu Flamini al termine della sua carriera intercorsa tra le due esperienze all’Arsenal e nel mezzo i 5 anni al Milan, ha continuato a tempo pieno un progetto aziendale lanciato nel 2008 a Milano insieme all’imprenditore di Caserta Pasquale Granata portando avanti un’idea del Politecnico. La società messa in piedi dai due soci opera nel settore chimico offrendo soluzioni nuove in grado di fare a meno dei derivati dal petrolio offrendo opportunità vegetali. Sono stati oltre 200 i brevetti depositati dalla GF Biochemicals di cui Flamini è CEO. L’azienda propone un acido in grado di sostituire il petrolio agendo allo stesso modo.

MORETTO: “GABBIA VICINO AL RITORNO AL MILAN, IL VILLAREAL HA DATO L’OK”

Flamini, l’arrivo al Milan e la svolta

La GF Biochemicals procede la molecola che si può adattare a numerose esigenze di molti settori industriali potendo così “salvare il pianeta”. L’azienda di cui l’ex centrocampista è socio fondatore opera nell’ambito delle soluzioni green e vista l’emergenza climatica è riuscita a raggiungere un giro di affari altissimo milionario. L’attenzione di Flamini alle tematiche riguardanti il clima è di lunga durata viste le sue dichiarazioni in cui ha affermato che fin da quando aveva 12 anni scendeva in piazza per portare avanti le sue idee di difesa della natura. L’opportunità di metterle in pratica dopo il trasferimento al Milan attraverso l’incontro con altre persone con cui condividere le preoccupazioni e intenzionate quanto lui a ricercare le soluzioni necessarie ad affrontare le problematiche dell’inquinamento ambientale.

INTER, PROSEGUE IL PROGETTO NUOVO STADIO: IL CLUB INVITA I TIFOSI

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

 

Ultime news

Notizie correlate