“Inter, col volpone Marotta la mediana più forte. Lo volle anche Maldini…”: l’analisi

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

“Il miglior centrocampo (con Samardzic) è quello dell’Inter!”: l’analisi del giornalista e il retroscena su Maldini e Marotta

Un’analisi che prende Inter, Marotta, Milan e Paolo Maldini: tutto ruota intorno a Lazar Samardzic, il probabile prossimo arrivo in casa nerazzurra da questo calciomercato. Un colpo effettuato dall’AD dell’Inter Beppe Marotta e che viene positivamente giudicato da gran parte della stampa italiana. In questo caso, a lodare il club per l’operazione quasi conclusa con l’Udinese, è Luigi Garlando. In un editoriale su La Gazzetta dello Sport, la penna eleva la mediana di Inzaghi 2023/2024 a migliore della Serie A. Inoltre, Garlando cita Maldini per svelare un retroscena di mercato sul giocatore serbo.

Il “volpone Marotta e il pacchetto numero uno

“A questo punto viene quasi il sospetto che quel volpone di Marotta abbia architettato ad arte il depistaggio”: così esordisce Garlando sull’Inter. “Tutti a seguire il cuore ballerino di Lukaku, con il conseguente valzer di attaccanti, e intanto l’Inter costruiva la sua forza a centrocampo. Il probabile arrivo di Lazar Samardzic, che sembra imminente, completerebbe una mediana senza carenze di opzioni; il reparto, sulla carta, più forte del campionato; il vero centro di potere della squadra di Inzaghi che vuole la seconda stella”. 

Poi, il giornalista continua: “L’arrivo di Frattesi, strappato al Milan, ha incattivito la mediana in zona gol. L’ex Sassuolo, corteggiatissimo, in fase di piena maturazione umana e tecnica, permette a Inzaghi una diversa interpretazione tattica, parallela a quella sperimentata a giugno dal c.t. Mancini: dal doppio play (Jorginho-Verratti, Brozo-Calha) al doppio incursore: Barella-Frattesi”. 

Per lui, come ripetuto attraverso un’analisi calciatore per calciatore, il reparto di mezzo dei cugini del Milan è al top della A, ma con una postilla: “Il talentino Samardzic (se arrivasse, ndr) coprirebbe l’unica funzione scoperta: quella di un rifinitore dal ricco bagaglio tecnico, capace di accendere l’idea decisiva o trovare la porta sulla trequarti”.

Un retroscena?

Samardzic, un talento che piace e piaceva a tutti: “Il ragazzo che ama usare l’esterno e la suola, è un diamante grezzo che ha tutto per abbagliare. Non c’è grande club che non l’abbia considerato. Maldini volle conoscerlo quando aveva solo 18 anni. Se l’Udinese non l’avesse nascosto a lungo in panchina, per ragioni spesso insondabili, oggi probabilmente Samardzic sarebbe altrove. L’Inter ha l’occasione per dotarsi del diamante e raffinarlo. Pare che Sarri lo abbia bocciato perché poco propenso alla disciplina di un modulo. Il ragazzo non ama difendere e preferisce la palla sui piedi”.

Infine, l’analisi di Garlando sulle rivali dell’Inter costruita da Marotta: “Il Napoli ha meno alternative; al Milan, che ha rivoluzionato la mediana, servirà rodaggio; la Juve non ha risolto i problemi in costruzione; la coperta di Sarri è sempre corta; la Roma in mezzo ha più muscoli che idee. L’Inter, per ognuna delle cinque caselle mediane, ha una riserva non lontana dal titolare”.

ARTICOLI CORRELATI

NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

marotta inter

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate