“Maldini è cultura vincente del Milan, forte presunzione RedBird”: Forum a DAZN

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Gli ex calciatori in studio hanno discusso dell’allontanamento di Maldini dal Milan all’interno di un forum su vecchie e nuove proprietà

In Players only su DAZN si è discusso dell’intervista di Paolo Maldini sulla separazione con Gerry Cardinale e il Milan della scorsa estate. Emanuele Giaccherini, Marco Parolo, Alessandro Matri e Valon Behrami hanno espresso le proprie posizioni sul decisionismo delle proprietà americane in Italia. Una di queste è quella del club di via Aldo Rossi che risponde al nome di RedBird Capital Partners. Gli ex giocatori si sono quasi in totale schierati dalla parte dell’ex direttore dell’area tecnica del Milan lamentando lo scarso rispetto della storia e del senso di appartenenza incarnato da Maldini. Qui i pareri emersi in studio.

BAGGIO: “SOGNAVO ZICO LA NOTTE, MALDINI? NON PARLO PER ALTRI…”

Lo studio di DAZN si schiera con Maldini sull’addio al Milan

Nello studio di DAZN nel corso di Players Only si è creato un forum di discussione sulle vecchie e nuove proprietà straniere in Italia. Giaccherini ha aperto sul caso Maldini schierandosi dalla parte dell’ex dt del Milan: “Uno come Maldini nel Milan ci deve stare. Quando tu hai una figura come Paolo che ha fatto la storia del Milan trasmette la propria appartenenza ai giocatori, al club. Ti fa capire in che mondo sei arrivato. Poi se quella è una figura scomoda e la vuoi far fuori e fare il tuo percorso come sta facendo la società del Milan questo è un altro discorso, ma Maldini quando arrivi a Milanello senti la mentalità di quella squadra e società”. Behrami ha rinforzato la tesi dell’ex Juventus: “La cultura vincente te la porta uno come lui”.

MATERAZZI: “AL MILAN ARRIVA CARDINALE CON LA GELATINA, MA MALDINI…”

RedBird ha peccato di presunzione

Behrami in Players Only  è tornato sul tema del licenziamento di Paolo Maldini dal Milan: “In Italia trovi direttori giovani preparatissimi. Uno come Maldini conosce tutto ogni aspetto. Perderlo così secondo me è stata una cosa che andata troppo sotto traccia”.  Pensando al futuro Giaccherini ha evidenziato: “Il nome di Ibrahimovic viene fuori anche perché al Milan manca una figura per il post Maldini con quella mentalità”. Infine, ha chiuso Matri parlando di presunzione della proprietà americana del Milan: “entri a piedi uniti con una forte presunzione mandando via una figura come Maldini dopo 2 anni dove vinci Scudetto, arrivi in semifinale di Champions League ed è una presa di posizione già molto forte. Non mettere una figura altrettanto forte che non debba per forza essere alla pari di Maldini, perché probabilmente nella storia del Milan non esiste, però uno che conosca l’ambiente, sappia fare il lavoro e conosca il campionato italiano è un pò una pecca di presunzione”.

COLLOQUIO IBRAHIMOVIC – FURLANI,  DA CAPIRE DUE ASPETTI: RETROSCENA DAZN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate