“Errore clamoroso, anche senza intervista!”: Sabatini sentenzia

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’intervista di Maldini, l’organigramma del presente e del futuro: Sabatini sentenzia a “Pressing”

L’intervista rilasciata dall’ex direttore tecnico del Milan Paolo Maldini pochi giorni fa continua a far parlare di sé, soprattutto per la mole di contenuti veicolati attraverso il quotidiano Repubblica. Dopo quello del direttore di Sportitalia Michele Criscitiello e i tanti registrati a Sky Sport, segnaliamo anche il parere di Sandro Sabatini, intervenuto ieri nel corso della trasmissione “Pressing” sui canali Mediaset. Il giornalista parte dal restyling della società e dal club del futuro.

ESCLUSIVA, F. GALLI: “THEO, L’AVEVO DETTO ANCH’IO! MALDINI, HO PARLATO DA MILANISTA”

Il commento all’intervista

Di seguito, il pensiero di Sabatini.

“Il fulcro dell’intervista mi porta a dire che, comunque, è evidente a un osservatore esterno come me che c’è una differenza abissale di bravura manageriale e calcistica tra chi c’era prima, e includo anche Boban con Maldini e Massara, e chi c’è adesso. E questo si capisce dall’intervista di Maldini, ma si capiva anche senza. Con l’errore clamoroso, secondo me, che ha denunciato Maldini e che è stato anche annunciato quest’estate, nel momento in cui c’è stato il passaggio di delegare a Pioli una serie di funzioni che non sono propriamente dell’allenatore”.

Infine, conclude:

“E da qui è evidente che il Milan sembra una società con un allenatore a cui viene ricondotto tutto e gli altri che sono figure o contabili o di pura rappresentanza come Scaroni. Secondo me non è la società giusta. Magari per il presente puoi tirare avanti. Ma per il futuro sicuramente non è l’organigramma giusto, se posso”.

BERGOMI: “MALDINI HA STUDIATO E AMMESSO. PRIMA O POI ANDAVA FATTO!”

La drammaticità del Milan

Dopo la vittoria sul Frosinone, Sabatini aveva parlato anche sulle frequenze di Radio24. Queste le sue dichiarazioni sul momento dei rossoneri:

La drammaticità della situazione del Milan – esordisce Sabatini – non è tanto nel percorso europeo, perché gli è toccato il girone più difficile. Non dico che andasse messo in conto, però è un gruppo complicatissimo. La drammaticità del Milan è l’emergenza infortuni, quello è il vero nodo che non si riesce a sciogliere. Ma soprattutto, il vero tema è che nessuno è riuscito a spiegare. Alimentando con questo anche l’ipotesi in qualche modo suggerita dal Milan stesso, che dipenda solo da Pioli e dal suo staff. Può comunque essere che non sia così”.

“HAI PRESO DE KETELAERE PENSANDO FOSSE KAKÀ”: IL GIORNALISTA ATTACCA MALDINI

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate