Malagò: “Lega e FIGC devono andare d’accordo”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

“Bisogna trovare il modo di andare d’accordo, nessuno è obbligato ad andare a cena o spendere i fine settimana insieme, ma sotto due-tre elementi è interesse di tutti, Lega e Figc, andare d’accordo“. Lo ha detto Giovanni Malagò, presidente del Coni, dopo la firma sul protocollo d’intesa tra il Coni e il ministero del Turismo, parlando dei rapporti tra Figc e Lega calcio di Serie A.

– Leggi QUI le ultime sul rinnovo di Tomori e Kalulu –

Sul ricorso parzialmente accolto dal Collegio di Garanzia, relativo all’indice di liquidità, ha poi aggiunto: “Direi che è una formula tutta italiana quella del ‘accolto parzialmente’. Di solito parlo di tutto, ma non posso commentare le sentenze della giustizia sportiva e del doping, perché sono organi terzi presso il Coni, ma non hanno nulla a che fare con la gestione del Comitato olimpico. La vicenda non mi sembra conclusa, perché sono state già annunciate altre azioni. Ci rammarica, perché non c’è ancora un punto finale alla vicenda, ma ne prendiamo atto”. A riportarlo è ANSA.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate