Trevisani su Maignan: “Fallo brutto, ma follia dargli dell’assasino”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il diverbio a distanza tra Zangrillo e Maignan tiene botta tra gli opinionisti: Riccardo Trevisani si schiera dalla parte del francese

La vittoria del Milan contro il Genoa sabato sera ha portato con sé moltissime polemiche legate ad alcuni episodi arbitrarli. In primo luogo, si è dibattutto e si continua a dibattere in merito alla rete vittoria di Christian Pulisic, che potrebbe essere stata viziata da un tocco con il braccio. Il secondo episodio che ha portato ad un vero e proprio botta e risposta a distanza riguarda il fallo di Mike Maignan, che è costato l’espulsione al portiere. Nei minuti di recupero, l’estremo difensore si è reso protagonista di un’uscita aerea un po’ avventata in cui ha sì preso il pallone di testa, ma non prima di aver colpito con il ginocchio alto l’attaccante del Genoa Ekuban. Nonostante il rosso, il presidente del Genoa Zangrillo si è duramente scagliato contro Maignan nel post partita.

PALMERI TRA REGOLAMENTO E ANATOMIA: “MAIGNAN, USCITA CRIMINALE!”

Trevisani difende Maignan

Nel post partita di Genoa-Milan, il presidente dei padroni di casa Alberto Zangrillo si è sfogato nelle varie interviste, preferendo addirittura presentarsi al posto dell’allenatore Gilardino per prendere duramente posizione. Oltre alle molte polemiche legate alla rete di Pulisic, Zangrillo ha accusato duramente Maignan definendo il suo intervento “assassino”, appellandosi alle sue consocenze mediche. Il portiere non ha preso bene questa scelta lessicale del presidente del Genoa e ha voltuo farglielo notare con un messaggio sui suoi canali social. Essenso un tema così dibattutto, anche nel corso della trasmissione Pressing si è parlato del fallo del portiere. Il giornalista, telecronista ed opinionista Riccardo Trevisani ha voluto schierarsi con il milanista, non negando la durezza dell’intervento, ma criticando alcuni appellativi usati nei suoi confronti: “È un’entrata brutta, ma è accidentale. Non si può dire che Maignan l’ha fatto apposta, assolutamente. Lui alza il ginocchio per proteggersi. È un fallo brutto, ma è follia dargli del matto e dell’assassino, così come pensare che gli vengano date due o più giornate“.

MAIGNAN CONTRO ZANGRILLO: “LE PAROLE HANNO UN PESO! SPERO TU NON DEBBA…”

Cesari: “Grave fallo di gioco, prenderà una giornata di squalifica”

Negli studi era presente anche Graziano Cesari, ex arbitro e moviolista di Mediaset. Così come fatto da tutti gli altri esperti in questi giorni, Cesari ha confermato la correttezza della decisione del direttore di gara di estrarre il cartellino rosso. Allo stesso modo, però, anche l’ex arbitro è sicuro che a Maignan non verrà data più di una giornata di squalifica, dato che si tratta di un grave fallo di gioco e non di condotta violenta: “È un grave fallo di gioco, non vedo vigoria sproporzionata o brutalità perchè c’è la contesa del pallone. Il portiere del Milan cerca il pallone e anche il giocatore del Genoa. Qui non si può parlare di condotta violenta e va esclusa anche la chiara occasione da gol. Quante giornate prenderà? Una giornata perchè è un grave fallo di gioco“.

GENOA-MILAN, MARELLI: “GIUSTO IL ROSSO A MAIGNAN. ECCO QUANTE GIORNATE RISCHIA”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Maignan

Ultime news

Notizie correlate